Ultim'ora
Commenta

Drizzona, venerdì torna il mercato
contadino dopo il trasloco per
qualche mese al Vho e la lunga pausa

Il mercato è promosso dal Consorzio agrituristico mantovano che vanta una lunga esperienza in tal senso, avendo organizzato a Mantova, nell’ottobre del 2006, uno dei primi mercati contadini in Italia e che gestisce, attualmente, una trentina di mercati contadini.

PIADENA DRIZZONA – Il mercato contadino di Piadena Drizzona, riapre venerdì 21 agosto 2020, ritornando in piazza Garibaldi, a Drizzona, dopo il periodo trascorso al Vho e la lunga pausa dell’emergenza sanitaria. Il mercato si svolgerà tutti i venerdì mattina, dalle 7.30 alle 13, e vede la partecipazione di aziende mantovane e cremonesi , come si conviene ad una cittadina come Piadena, da sempre luogo di incontro fra territori di confine. Il mercato è promosso dal Consorzio agrituristico mantovano che vanta una lunga esperienza in tal senso, avendo organizzato a Mantova, nell’ottobre del 2006, uno dei primi mercati contadini in Italia e che gestisce, attualmente, una trentina di mercati contadini. Molteplici i prodotti  di fattoria che si potranno trovare al mercato fra cui pane e prodotti da forno, frutta, verdura, convenzionale o bio, miele, salumi,  succhi di frutta, carni bovine, suine e avicole, pasta fresca, sott’aceti e mostrade.

Si tratta di prodotti preparati con cura dalle famiglie contadine, trasformando in azienda risorse coltivate con passione e rispetto dell’ambiente. Sono prodotti venduti direttamente dagli stessi agricoltori o dai loro consorzi a prezzi equi per avvicinare sempre più i consumatori alla produzione affinché gli stessi siano sempre più coproduttori. Questi prodotti sono sempre più richiesti dai consumatori, in quanto si va ampliando la fascia dei consumi agroalimentari orientati a qualità, tradizione, sicurezza alimentare, certezza della provenienza, connessione con il territorio e con il ciclo stagionale, espressione di messaggi ambientali, etici e di attenzione al benessere animale. Sono il frutto di antichi saperi e di tecniche di produzione consolidate nel tempo, patrimonio collettivo di famiglie agricole e di comunità locali. Gli scaffali della distribuzione commerciale non parlano, mentre i produttori sono ben felici di dare informazioni sulla maestria contadina, sulla valorizzazione dei prodotti in cucina, di fornire tante ricette e di illustrare le proprietà dei beni alimentari posti in vendita.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti