Ultim'ora
Commenta

Sanità privata, il presidio
dei lavoratori: senza rinnovo
contrattuale da 14 anni

Dopo essere stati definiti ‘eroi’ durante i mesi dell’emergenza Covid, al pari dei colleghi degli ospedali pubblici, il personale della sanità privata reclama ora un riconoscimento sostanziale e non di facciata, nella prospettiva di un autunno che si preannuncia non semplice.
Foto Sessa

Continua la mobilitazione per il rinnovo del contratto della Sanità Privata. Anche a Cremona oggi lunedì 24 agosto si è tenuto un presidio davanti alla Prefettura, promosso da Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, con lo slogan  ‘Basta padroni predoni coi soldi pubblici’. La protesta delle lavoratrici e dei lavoratori della Sanità Privata riguarda la mancata ratifica da parte delle due associazioni, Aris e Aiop, della preintesa per il rinnovo del contratto, atteso da 14 anni, raggiunta lo scorso 10 giugno. Prossimi passaggi le assemblee e sit-in nelle strutture Aris e Aiop in calendario il 31 agosto e poi lo sciopero nazionale. Dopo essere stati definiti ‘eroi’ durante i mesi dell’emergenza Covid, al pari dei colleghi degli ospedali pubblici, il personale della sanità privata reclama ora un riconoscimento sostanziale e non di facciata, nella prospettiva di un autunno che si preannuncia non semplice.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti