Ultim'ora
Commenta

Viadanesi al voto:
Gardini (M5S) risponde a
don Spreafico in accordo sui temi

"Concordo, senza alcuna eccezione - sottolinea il candidato pentastellato - , su tutti i punti programmatici elencati, sul metodo di lavoro proposto e sullo stile di lealtà e collaborazione proposto alle forze politiche. D’altra parte, quanto scritto nella lettera ricalca l’atteggiamento e i punti programmatici del Movimento 5 Stelle Viadana..."

VIADANA – Il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle risponde con una lettera aperta a Don Andrea Spreafico, parroco dell’Unità Pastorale “Beata Vergine delle Grazie”.  I toni ed i contenuti sono di completa condivisione dovd la priorità, per entrambi, sembra essere Viadana ed i viadanesi:

“Gentilissimo Don Andrea,
ho letto con attenzione e apprezzato la lettera di auguri che rivolge a noi candidati.
Concordo, senza alcuna eccezione – sottolinea il candidato pentastellato rivolgendosi a Don Andrea Spreafico – , su tutti i punti programmatici elencati, sul metodo di lavoro proposto e sullo stile di lealtà e collaborazione proposto alle forze politiche. D’altra parte, quanto scritto nella lettera ricalca l’atteggiamento e i punti programmatici del Movimento 5 Stelle Viadana.

Con responsabilità, negli ultimi anni dai banchi dell’opposizione, abbiamo sempre posto davanti ad ogni interesse il bene dei cittadini, anche nell’ultimo periodo caratterizzato dalla spaccatura tra le forze di maggioranza e nonostante il periodo di campagna elettorale. Abbiamo mediato tra le forze di maggioranza e di opposizione affinché fosse approvato il bilancio e per applicare le agevolazioni e gli sgravi fiscali per far fronte alle difficoltà economiche provocate dalla pandemia. Altre volte, pur mantenendo un atteggiamento costruttivo, ci siamo posti con fermezza a difesa e tutela della salute del cittadino quale diritto inviolabile da salvaguardare, anche quando minacciato dall’inquinamento, cercando il dialogo con i vari portatori di interesse.

Lo stesso abbiamo fatto per mantenere e garantire i servizi pubblici sanitari sul territorio, per garantire l’accesso all’acqua potabile e per difendere molti altri servizi pubblici. I valori elencati nella lettera sono gli stessi che ci contraddistinguono. Crediamo nella famiglia, che vogliamo sostenere rendendo Viadana a misura di bambino; crediamo nella solidarietà sociale per cui vogliamo affrontare le molteplici situazioni di disagio, dalle disabilità alle difficoltà economiche, alle dipendenze. In questo campo abbiamo elencato nel nostro programma diversi punti di intervento.

Anche i temi della sicurezza e della legalità ci contraddistinguono e siamo fieri di avere per primi denunciato il tema delle infiltrazioni ‘ndranghetiste e di aver ottenuto la costituzione della Commissione antimafia in consiglio comunale. Inoltre, nell’ottica di una maggior trasparenza, da tempo chiediamo maggiore  fruibilità degli atti comunali. Infine, per quanto riguarda l’autonomia di decisione, possiamo dire che abbiamo sempre agito con le mani libere alla luce del sole; non abbiamo ricevuto “investiture dall’alto”, né da segreterie di partito né da qualsiasi altro potentato. Siamo fieri di autofinanziarci la campagna con piccole donazioni tracciabili e rendiamo conto del nostro operato solamente ai cittadini”.

A.S.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti