Ultim'ora
Un commento

Claudio Bottari risponde a
Fava: "Lasciamo il tizio al
passato, Cavatorta è il futuro"

Lui che alle politiche del 2001 è stato bocciato, idem alle regionali del 2000, umiliato alle provinciali del 2011, eletto solo quando candidato dal partito, cioè dal segretario provinciale Bottari, nei listini blindati della camera

VIADANA – Claudio Bottari, vice commissario della Lega Nord di Mantova, risponde a Gianni Fava che lo ha tirato in ballo stamattina nella querelle che lo ha visto impegnato con il candidato sindaco Nicola Cavatorta. Una risposta secca la sua, ma che evidenzia quanto le posizioni siano ormai distanti ed insanabili.

“Non che mi interessi granché – scrive Bottari – il parere di un tizio che invece di collaborare scappa via dal consiglio comunale per poi cercare di rifarsi una verginità sparando nella schiena di quelli rimasti a lavorare, per rancore verso la mancata candidatura alle regionali di due anni fa, per poi diventare supporter di sponda del PD a Viadana e Mantova. Ma c’è un motivo. Lui che alle politiche del 2001 è stato bocciato, idem alle regionali del 2000, umiliato alle provinciali del 2011, eletto solo quando candidato dal partito, cioè dal segretario provinciale Bottari, nei listini blindati della camera. Assessore regionale ma nominato, non eletto. Chi avremmo dovuto candidare, un perdente? Bottari alle regionali è stato eletto con le preferenze. Qualcuno la storia la ricorda. Lasciamo il tizio al passato, il futuro si chiama Nicola Cavatorta”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti