Ultim'ora
Commenta

"J'Ador", il casalese Tommaso
Favagrossa vince il festival
di Venezia nei corti

Il cortometraggio, della durata di 16 minuti, è prodotto da CSC Production e distribuito da The Open Reel. Il film a Venezia è stato proiettato sia alla Sala Astra 1 che alla Sala Astra 2 nel tardo pomeriggio di giovedì.

VENEZIA – Un esordio da urlo, a Venezia nella sezione corti, per uno sceneggiatore originario di Casalmaggiore. Il giovane Tommaso Favagrossa, infatti, ha partecipato al Festival del Cinema organizzato in Laguna in questi giorni, contribuendo alla scrittura di “J’Ador” di Simone Bozzelli. Il corto ha vinto nella sezione apposita il festival.

“Claudio ha quindici anni – si legge nella sinossi dell’opera – e qualcuno gli sta scrivendo in fronte “J’ador” perché profuma come una femminuccia. È Lauro, il leader diciottenne di un gruppo di ragazzi che dicono di essere fascisti e fanno un sacco di cose per un partito di estrema destra. Claudio vuole andare con loro alla “cena” in sezione, ma alla cena si va solo se si fa parte del gruppo, e le femminucce non ci entrano. Se vuole ottenere ciò che desidera, in un pomeriggio, Claudio deve perdere il suo profumo da ragazzino e imparare ad odorare come un uomo”. Il cortometraggio, della durata di 16 minuti, è prodotto da CSC Production e distribuito da The Open Reel. Il film a Venezia è stato proiettato sia alla Sala Astra 1 che alla Sala Astra 2 nel tardo pomeriggio di giovedì.

Un premio più che meritato per il talentuoso sceneggiatore Casalasco.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti