Ultim'ora
Commenta

Viadana, lavori pubblici:
Franco Rossi, bilancio
di fine mandato

spero che la prossima amministrazione si faccia carico con competenza e professionalità di realizzare questi ed altri interventi per il bene di tutti i cittadini

VIADANA – Bilancio di fine mandato per l’assessore ai lavori pubblici di Viadana Franco Rossi: “Giunti alla fine di questo mandato ritengo doveroso trarre un bilancio del lavoro svolto nell’ ambito delle deleghe ai Lavori Pubblici e Urbanistica a suo tempo attribuitemi dal compianto sindaco Giovanni Cavatorta che non smetterò mai di ringraziare per la occasione di crescita che mi ha dato e per la grande lezione di umanità impartitami.

Come da programma a suo tempo condiviso con il compianto sindaco tante sono le opere che di competenza delle mie deleghe sono state sviluppate.

Fra le opere concluse ricordo gli interventi sullo stadio del rugby, sullo stadio del calcio, sui campi da tennis, sulle palestre, sulle scuole, sui cimiteri, l’ampliamento della rete gas, l’ampliamento della rete e gli interventi sugli impianti dell’ acquedotto, la modifica della viabilità, il rifacimento della piazza con la nuova fontana, gli interventi sul palazzo Comunale, gli interventi sulla caserma dei Carabinieri, gli interventi di asfaltatura per cifre mai viste in passato,la sistemazione di molte strade bianche, le numerose ciclabili, il consolidamento con innalzamento dell’ argine di San Matteo, la realizzazione della rete fognaria a Cizzolo, la sostituzione di tutti i corpi illuminanti con lampade LED a basso consumo energetico, e molto altro ancora.

Fra le opere iniziate ma non ancora concluse ricordo la ricostruzione del Palafarina ormai in fase di completamento, che ricordo essere costato alle casse Comunali solo 1.700.000, la rotatoria su Via Kennedy in uscita dalla gronda Nord di cui è alla firma il contratto per la realizzazione dell’ opera, gli interventi sulla piscina Comunale attualmente in corso.

E’ in via di definizione il protocollo di intesa con Ministero degli Interni, competente sul corpo dei Vigili del fuoco, e molti Comuni dell’area Oglio Po per la realizzazione della Caserma dei Vigili del Fuoco che finalmente potranno avere una sede idonea.

Ricordo che il Palafarina e la Caserma dei Vigili del fuoco saranno strutture antisismiche e pertanto di vitale importanza per la nostra comunità.

In accordo con il Sindaco abbiamo gestito con esito positivo per il Comune le cause relative a Cava Caselli, Lavadera, ed altre di minore importanza e stiamo tutt’ ora gestendo diverse altre cause legali Coevit e Italgas per importi milionari; tutte cause ereditate nostro malgrado dalle precedenti amministrazioni.

Ricordo in particolare la messa in liquidazione della Società di Trasformazione Urbana (STU), di cui il Comune era socio unico, che aveva generato un debito di 4.500.000 € fortunatamente risoltasi per il meglio.

Ho seguito la variante generale al PGT per il quale ho voluto regole più stringenti rispetto alla normativa Regionale sul consumo del suolo dopo anni di sviluppo urbanistico caotico e speculativo che hanno impoverito il tessuto economico e sociale che ha determinato lo svuotamento del centro e la chiusura di numerose attività di vicinato; questo Piano inverte la rotta rispetto al passato perché favorirà il recupero dell’ esistente ed il ritorno delle piccole attività artigianali e commerciali in modo di avere di nuovo un centro storico vivace.

Qualche segnale di ripresa del mercato immobiliare è giunto con la approvazione di diversi interventi di recupero.

Ho gestito alcune varianti puntuali al PGT per consentire ad aziende storiche di potere ammodernare e/o ampliare gli impianti per potere concorrere sul mercato, sempre nel rispetto delle più rigide normative di tutela ambientale; altri avrebbero solo semplicemente detto no e non so dire se per incapacità o limite tecnico/culturale.
Poiché credo che il mondo della impresa e del commercio sia un imprescindibile strumento di crescita e benessere, a differenza di altri che auspicano una decrescita felice di cui purtroppo abbiamo avuto un assaggio in questo periodo di pandemia, mi sono prodigato affinchè il Comune di Viadana diventasse di aiuto e supporto alle attività e non un inutile ostacolo e questo sempre nel massimo rispetto della tutela dell’ ambiente; Viadana deve esprimere una amministrazione che sia amica dell’ impresa nel rispetto delle regole questa è la mia opinione.

Questo è quello che ho fatto nell’ ambito del mio mandato; certamente si poteva fare di più e meglio ma onestamente mi ritengo soddisfatto.

Ovviamente tutte queste cose sono state sviluppate grazie alle competenze ed alla professionalità presenti in Comune e grazie alla parte politica che sempre mi ha appoggiato; colgo l’ occasione per ringraziare tutti.

Se avessi avuto il tempo e le risorse avrei voluto realizzare la infrastruttura digitale con la fibra per consentire alle aziende di essere connesse col mondo, agli studenti di potere seguire le lezioni non in presenza, avrei adeguato la rete fognaria alla quale nessuno pensa, mi sarei concentrato sul completamento della Gronda Nord, avrei valorizzato la zona golenale e la zona di torre d’Oglio, avrei realizzato lo scolmatore di troppo pieno per evitare i sempre più frequenti allagamenti causati dal cambiamento climatico, avrei incentivato il recupero degli edifici civili ed industriali esistenti, avrei realizzato la casa funeraria, avrei realizzato il posteggio per i mezzi pesanti che sostano sul nostro territorio, avrei incentivato il commercio e l’artigianato di vicinato, avrei ragionato sulla reale applicazione dei principi di economia circolare che altri fanno solo a parole, avrei ragionato sulla gestione in house di alcune tipologie di rifiuti valorizzabili, avrei portato lo sport nelle scuole magari facendo orario continuato andando incontro alle esigenze delle madri lavoratici, avrei cercato di realizzare il POT, avrei cercato di interagire con la RSA per dare maggiori servizi ai nostri anziani e molto altro ancora; non credo che sia un libro dei sogni ma interventi alla portata di una amministrazione composta da gente preparata.
Personalmente ritengo che si debbano concentrare gli investimenti su progetti mirati e non disperdere le risorse con piccoli contributi a pioggia che non risolvono alcun problema ma anzi ingenerano false aspettative.

Questi sarebbe quello che farei io; spero che la prossima amministrazione si faccia carico con competenza e professionalità di realizzare questi ed altri interventi per il bene di tutti i cittadini”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti