Ultim'ora
Commenta

Alessia Minotti, lettera
aperta ad Attilio Fontana (che
forse non ha tempo per Viadana)

mi prendo il solenne impegno di rivolgergliele personalmente non appena mi sarò insediata, con una premura e una solerzia particolare, motivata dall’importanza delle tematiche

VIADANA – Oggi è prevista la visita del Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana a Mantova, al fine di supportare la Candidatura a Sindaco del capoluogo di Provincia di Stefano Rossi. Ad oggi, non risulta che il Presidente prosegua la sua visita anche a Viadana. La Candidata Alessia Minotti esprime tutto il suo rammarico, poiché si sarebbe trattato, a prescindere dal Candidato viadanese da lui supportato, di un’occasione preziosa per parlare del territorio e delle sue esigenze non prorogabili con la massima Istituzione Regionale.

“E’ stata annunciata a Mantova la visita del Presidente della Regione Attilio Fontana, al fine di sostenere il Candidato ‘salviniano’ Stefano Rossi – apre Alessia Minotti – Pare che il Governatore non riesca, o non abbia voluto, venire a Viadana a sostenere il Candidato supportato dal suo partito e la cosa, francamente, mi rammarica.

Qualora Fontana fosse venuto nella nostra città sarei stata presente in prima persona approfittando dell’occasione per rivolgergli alcune domande che i cittadini della nostra comunità in questi giorni di campagna hanno posto a me, ma che andrebbero, per competenza diretta, rivolte a lui. Provo di seguito a sintetizzarle a beneficio della stampa nella speranza che domani qualche cronista abbia la possibilità di porgliele e che possano ricevere risposte esaurienti:

• Il punto nascite dell’Oglio Po potrà essere riaperto? Avete immaginato di chiedere la deroga al Ministero? Perché finché c’è stata la giunta Maroni non è stato chiuso e appena cambiato il governo regionale ce lo siamo visti sottrarre dall’oggi al domani, nonostante la normativa di riferimento lo prevedesse già da prima ? Perché non avete chiesto la deroga?

• Come pensate realmente di potenziare il nosocomio di Vicomoscano? Erano state fatte promesse prima del Covid delle quali abbiamo perso traccia, cosa succederà adesso?

• Finanzierete realmente il completamento della Gronda Nord? Per quale motivo avete inserito un finanziamento per completare l’opera nel secondo lotto che è già stato realizzato? Volevate forse dire che si tratta del terzo ed ultimo che tutti i cittadini aspettano da almeno 20 anni?

• La giunta precedente alla sua aveva finanziato la realizzazione di una rotatoria e la riqualificazione di viale Kennedy. I soldi ci sono ancora? In tal caso perché l’attuale Amministrazione non li avrebbe spesi? Lo sa che questo tratto di strada è diventato pericolosissimo ed anche in questi giorni è stato funestato da un grave incidente? Cosa stiamo aspettando? Cosa altro dovrebbe succedere?

• Lo sa che la Giunta che l’ha preceduto ha finanziato il rifacimento del palasport Farina e che a distanza di 5 anni i lavori sono ancora fermi? Chi vigila sull’accordo di programma? Quando crede potranno essere ultimati i lavori?

• Che fine hanno fatto i lavori di riqualificazione dell’area di Torre d’Oglio? Lo sa che sempre la giunta Maroni aveva finanziato realizzazione di un sistema di paratie mobili che avrebbero garantito il pescaggio per tutto l’anno alle chiatte del Ponte storico? Ci sono ancora quei soldi? In caso affermativo quando saranno realizzati i lavori?

• Che fine faranno gli edifici del vecchio ospedale di Viadana? Torneranno ad ospitare strutture per servizi sanitari?

• Che fine ha fatto il cosiddetto Pot ospedaliero previsto dalla riforma della sanità sempre della giunta precedente e mai realizzato?

I quesiti con i quali confrontarsi con il Governatore Fontana sarebbero numerosi ed una sua visita avrebbe rappresentato una preziosa occasione per intavolarne il più possibile.

La mia speranza – chiude l’intervento Alessia Minotti – è che a qualche addetto ai lavori della carta stampata venga data l’opportunità di recapitare queste domande al Governatore. I tema di cui sopra non stanno a cuore solamente alla mia persona, bensì ai 20.000 viadanesi che aspettano da tempo risposte e che sono certa sarebbero ben lieti di ottenerle anche in maniera indiretta.

Diversamente, qualora non ve ne fosse l’occasione (o la volontà) nella giornata di domani, e i viadanesi mi dessero l’opportunità e l’onore di amministrare questa città, mi prendo il solenne impegno di rivolgergliele personalmente non appena mi sarò insediata, con una premura e una solerzia particolare, motivata dall’importanza delle tematiche e rinnovandogliele sino all’ottenimento di risposte esaurienti”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti