Commenta

Lombardia e caos
scuole, Degli Angeli (M5S):
"Fontana faccia chiarezza!"

per un mancato chiarimento di regione Lombardia sull’obbligo delle mascherine. “Alcune scuole  hanno chiesto chiarimenti sull’articolo 1 della DGR 604 del 10 settembre scorso, ovvero in merito alle indicazione di utilizzare le mascherine nei luoghi chiusi, aperti al pubblico.

Nuovo atto della polemica tra i consiglieri regionali pentastellati e la Giunta Fontana. Il motivo del contendere, nello specifico, è la scuola con una richiesta di chiarimenti da parte del consigliere del Movimento 5 Stelle, Marco Degli Angeli:

“Scuole nel caos per un mancato chiarimento di regione Lombardia sull’obbligo delle mascherine. “Alcune scuole  hanno chiesto chiarimenti sull’articolo 1 della DGR 604 del 10 settembre scorso, ovvero in merito alle indicazione di utilizzare le mascherine nei luoghi chiusi, aperti al pubblico.

Pur essendo la DGR riferita ad attività produttive, economiche e ricreative, a vari istituti è sorto il dubbio che si facesse riferimento anche alle scuole di ogni ordine e grado. Non a caso queste hanno avanzato richiesta di chiarimento alla Regione. “Chiarimento che – specifica Degli Angeli – a quanto mi risulta non è ancora pervenuto, lasciando le scuole nel caos”.

A onore di cronaca negli ultimi 2 giorni sono state emesse in fretta e furia, da vari istituti, circolari che chiedono l’utilizzo continuativo delle mascherine, anche nei banchi.

“Le norme nazionali sulle scuole ci sono già e le linee guida dell’ISS sono chiare: nelle scuole – asserisce Degli Angeli – le mascherine sono necessarie solo negli spostamenti e solo in quei casi dove non è stato possibile distanziare i banchi”.

Sottolinea poi Degli Angeli: “Regione Lombardia, ossia Fontana e la sua maggioranza, dovrebbe avere un serio motivo per inasprire quanto già previsto a livello nazionale e nel caso intenda farlo, dovrebbe spiegare le ragioni in modo chiaro e trasparente”. Il ministero dell’Istruzione, infatti, ha asserito come, nel caso venga rispettato il distanziamento sociale, le mascherina ai banchi non servono. “Inoltre – spiega Degli Angeli – le scuole hanno lavorato duramente questa estate per ottenere gli standard di sicurezza necessari e non credo sia corretto che ora una mancata risposta da chi governa la Regione vanifichi questi sforzi e crei nuovi disagi per i bambini e i ragazzi, che hanno diritto a un anno scolastico in serenità. Pertanto – conclude Degli Angeli – lancio un appello all’assessore regionale all’Istruzione o a chi di competenza, affinché chiarisca al più presto il nodo sulle mascherine che sta interessando e creando disagi in varie scuole della Lombardia”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti