Ultim'ora
Commenta

Cremona, Fiera del
Bovino da Latte spostata
a dicembre causa Covid

In considerazione del particolare periodo di emergenza sanitaria, saranno inoltre messe a disposizione piattaforme digitali speciali per agevolare gli incontri fra le aziende e gli operatori internazionali

CREMONA – “Rispondiamo con azioni straordinarie ad un momento storico particolare come quello che stiamo vivendo. È necessario garantire il massimo rispetto delle norme di contenimento del Covid19 per dare continuità ai risultati di un evento riconosciuto in tutto il mondo come l’unico  appuntamento fieristico internazionale zootecnico in Italia che rappresenta  l’eccellenza del modello produttivo cremonese”. A dichiararlo è il presidente di CremonaFiere Roberto Biloni.

Inizialmente confermato come da tradizione per la fine di ottobre, l’evento si terrà invece dal 3 al 5 dicembre 2020 a Cremona. La rassegna si svolgerà sia fisicamente che in modalità  online e proporrà un ampio e articolato programma convegnistico, un qualificato parco espositivo con la presenza delle aziende più rappresentative del settore, l’esposizione dei migliori capi di bestiame figli della più moderna selezione genetica appartenenti alle razze Frisona, Bruna, Jersey.

“Tutti gli aspetti organizzativi e logistici indispensabili per garantire il corretto e miglior svolgimento della rassegna zootecnica – prosegue il presidente Biloni  sono stati affrontati, studiati e perfezionati in modo da garantire a tutti gli attori del sistema fieristico, del quale gli allevatori rappresentano la punta di diamante e il motivo d’orgoglio e di riferimento del territorio italiano e internazionale, il loro punto di riferimento.  Ed è proprio per sostenere la centralità del ruolo degli allevatori, del territorio, delle sue produzioni agrozootecniche, che d’intesa con le istituzioni pubbliche e private coinvolte si è deciso di posticipare, anche se di poco, le date”.

In considerazione del particolare periodo di emergenza sanitaria, saranno inoltre messe a disposizione piattaforme digitali speciali per agevolare gli incontri fra le aziende e gli operatori internazionali impossibilitati a raggiungere l’Italia, ma che in collaborazione con l’Italia Trade Agency del ministero degli Esteri saranno coinvolti nell’ambito del Piano di promozione del made in Italy di cui la Fiera di Cremona fa parte.

Cremona è la prima provincia italiana per dimensione media aziendale agrozootecnica e da sola rappresenta il 10,8% della produzione di latte nazionale.  Sul territorio si contano 685 aziende corrispondenti al 2,7% del totale nazionale, con un volume medio annuo commercializzato per singola azienda di 1.894 tonnellate di latte: il valore più alto di tutta Italia. Più del 75% degli allevamenti è certificato per le produzioni lattiero-casearie Dop.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti