Ultim'ora
Commenta

Viadana dopo il voto. Cavatorta:
"Nessun apparentamento"
Zaffanella: "Non molliamo"

Se Nicola Cavatorta ha già detto che non si apparenterà con nessuno Fabrizia Zaffanella, per sperare di ribaltare il risultato, avrà bisogno di coalizzare attorno a se le altre tre forze in campo

VIADANA – Lo scrutinio dei seggi fissa una delle ultime tappe, tra le più importanti, di un percorso ad ostacoli davvero lungo che e sfocia nella campagna elettorale in cui i candidati si misurano ne cercare di accattivarsi il favore dell’elettorato. La coalizione composta da “Viadana in testa”, “Lega”, “Forza Viadana”e Fratelli d’Italia  a supporto di Nicola Cavatorta si porta su un ragguardevole 43% che soddisfa ampiamente il candidato sindaco che si appresta ad affrontare il ballottaggio al secondo turno.

“Immaginavo un vantaggio, ma non credevo che fosse così consistente – sottolinea Cavatorta – e per questo devo ringraziare i vari candidati consiglieri per il lavoro che hanno svolto e per l’atteggiamento misurato tenuto anche in momenti particolarmente polemici. Il punto di forza della campagna elettorale? Credo che abbiamo comunicato  bene ed incontrate molte persone. Il lavoro svolto dall’amministrazione guidata da Cavallari è certamente un ottima base da cui partire ed infatti i numeri che arrivano dalle frazioni nord sono importanti per noi. Apparentamenti? Escludo qualsiasi tipo di manovra di questo tipo in vista del ballottaggio per una questione di coerenza ed anche di un’eventuale governabilità in caso di elezione. Confidiamo invece di ritrovare consensi anche in quella fascia moderata del centro destra che condivide  temi e programmi che  abbiamo posto in essere in questi mesi. Non è ancora il momento di gridare vittoria, ma non nascondo che sia stata una giornata ricca di emozioni compreso qualche pensiero per Giovanni”.

Nicola Cavatorta conferma che le frazioni abbiano avuto un peso specifico fondamentale nel raggiungimento di una percentuale così alta (43%, n.d.r.): “I seggi del capoluogo sono stati più combattuti. Credo che il tema più sensibile sia ancorato alla sfera sociale in relazione alla crisi, al lavoro ed anche all’emergenza derivata dal Coronavirus. Senza voler anticipare i tempi – continua Cavatorta – credo che la grande sfida per i prossimi cinque anni sarà proprio sul sociale, ma ci saranno anche molti progetti iniziati dall’amministrazione uscente che vedranno il proprio compimento!”

C’è consapevolezza nel centrosinistra, la sfida è durissima, ma nulla è perso prima di combattere. La Lista Civica IoCAMBIO di Fabrizia Zaffanella ha fatto sino in fondo il proprio dovere competendo con le liste di Cavatorta. Qualche cosa in più ci si aspettava dalla lista a trazione PD, ma così non è stato. Una forbice importante quella che si è venuta a creare (poco meno del 20%) ma ci sono ancora quindici giorni per poter lavorare. Fabrizia è andata bene a Viadana città, qualche colpo lo ha perso fuori. Domani sera le due liste si ritroveranno per una disamina della situazione e per programmare una strategia.

“L’obiettivo – racconta Fabrizia Zaffanella – era quello di arrivare al ballottaggio e sino a qui siamo arrivati. Non nego che la forbice tra noi e Cavatorta è una forbice importante che andrà considerata, ma da domani si lavora per recuperare. Chiederò un incontro agli altri tre candidati per vedere se è possibile una condivisione di contenuti e programmi, se è possibile trovare un accordo che parta proprio da quello che si vuole fare. Noi comunque non molliamo. Credo molto nel programma che abbiamo elaborato, e spero che in questi giorni prima del voto in tanti possano vedere che quello che abbiamo scritto non sono parole al vento. Spero che la gente capisca la qualità delle nostre scelte: vorrei che i cittadini di Viadana valorizzassero quello che abbiamo scritto. Penso che l’Amministrazione uscente è stata premiata al di là dei reali meriti, ma adesso pensiamo a quello che possiamo fare”.

Un accordo programmatico con le altre tre forze. Se Nicola Cavatorta ha già detto che non si apparenterà con nessuno Fabrizia Zaffanella, per sperare di ribaltare il risultato, avrà bisogno di coalizzare attorno a se le altre tre forze in campo. Per lei è un percorso in salita ma la volontà di provarci non le manca sicuramente.

Alessandro Soragna – Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti