Ultim'ora
Commenta

Viadana, Nicola Cavatorta
(43,15%) va al ballottaggio con
Fabrizia Zaffanella (23,90%)

Ora si aprono i giochi per il balottaggio che vedrà Cavatorta e Zaffanella scontrarsi tra 15 giorni. Un divario di poco meno di 20 punti percentuale è un bel bottino, difficile da ribaltare

VIADANA – Si andrà al ballottaggio. Nicola Cavatorta, fratello dell’ex sindaco Giovanni Cavatorta e appoggiato dalle forze di centrodestra ha ottenuto un risultato estremamente positivo. 3798 voti, il 43,15% dei voti complessivi. Non gli basterà per diventare sindaco al primo turno ma è già un buon margine che gli consente di pensare al voto tra quindici giorni con maggior tranquillità. Ad opporsi a Nicola Cavatorta la candidata del centrosinistra Fabrizia Zaffanella, che di voti ne ha presi 2104 fermandosi al 23,90%. Non è andata più in là di un 16,66% (1466 voti) Alessia Minotti. Più distaccati Silvio Perteghella 782 voti, 8,88% e Lorenzo Gardini, 652 voti, 7,41%.

Per quanto riguarda i ricorsi storici Nicola Cavatorta porta a casa un ottimo risultato. Al primo turno la coalizione guidata dal fratello Giovanni si era fermata poco sopra al 35% (35,75%). Nonostante le defezioni conferma la forza della coalizione di Centro Destra a Viadana e la rinforza. Il Centro sinistra, alle ultime elezioni, aveva portato a casa nel primo turno (il candidato sindaco era allora Nicola Federici) il 19,46%: una crescita dunque in questa tornata (600 voti in più). A perdere terreno è invece il movimento 5 Stelle. Alessandro Teveri il 31 maggio del 2015, aveva portato a casa 1279 voti, il 15,72% del complessivo. Quasi la metà sono quelli portati a casa in questa tornata elettorale, con un crollo di 8 punti percentuale.

Ora si aprono i giochi per il ballottaggio che vedrà Cavatorta e Zaffanella scontrarsi tra 15 giorni. Un divario di poco meno di 20 punti percentuale è un bel bottino, difficile da ribaltare. Ma i giochi sino allo spoglio finale restano aperti.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti