Ultim'ora
Commenta

Il Tocatì quest'anno "funziona"
via web: così Sburla la Roda (scelto
tra tanti) è andato in mondovisione

Un’occasione unica per Fossacaprara, scelta assieme ad altre dodici comunità ludiche italiane anche grazie alla potenza scenografica dello Sburla la roda, in un’edizione itinerante che, grazie al web e ad una telecamera, ha portato comunque i giochi di strada nel cuore di Verona. E non solo... GUARDA IL VIDEO

FOSSACAPRARA (CASALMAGGIORE) – E’ stato un Tocatì differente ma non per questo meno affascinante: anzi, alla fine, dalla crisi legata al Coronavirus è nata una opportunità per tredici borghi d’Italia che sono stati, grazie ai loro giochi e alle loro invenzioni della tradizione, letteralmente in mondovisione. Il Tocatì, festival dei giochi di strada organizzato ogni anno a Verona, è stato anche quest’anno fissato in piazza delle Erbe, pur con le limitazioni imposte dal Covid: dal 18 al 20 settembre si sono celebrati quei giochi che hanno fatto grandi piccole comunità, vincendo la sfida del tempo e diventando qualcosa di più serio di una “Carnevalata”, pur mantenendo sempre orgogliosamente la componente goliardica.

Fossacaprara, con l’associazione Oltrefossa, è tra queste: non a caso la pagina Facebook del Tocatì ha intervistato qualche giorno fa il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni, dando lustro all’intero territorio. Fossacaprara è stata suggerita da Pienza, altra comunità ludica famosa per il gioco del Cacio al fuso e tra le prime a stringere un gemellaggio con la frazione di Casalmaggiore, che invece celebra lo Sburla la roda, il gioco in cui occorre fare arrivare al traguardo prima degli avversari una balla di paglia da 250 kg, spingendola. Il gioco come mezzo e strumento per fare gruppo e creare comunità: un vero e proprio fenomeno antropologico.

Sabato e domenica a Fossacaprara, che nell’ultima edizione della sagra di fine agosto non ha potuto ospitare il campionato italiano proprio per le normative in vigore a causa della pandemia, si è così tenuta una dimostrazione di questa disciplina molto particolare: gare in serie per la durata di mezz’ora circa che sono state trasmesse su maxischermo a piazza delle Erbe a Verona e poi sono state pubblicate sulla pagina web del Tocatì, che ha una valenza enorme e la possibilità di arrivare in tutto il mondo. Un’occasione unica per Fossacaprara, scelta assieme ad altre dodici comunità ludiche italiane anche grazie alla potenza scenografica dello Sburla la roda, in un’edizione itinerante che, grazie al web e ad una telecamera, ha portato comunque i giochi di strada nel cuore di Verona. E non solo…

G.G. (Video di Carlo Gardani)

© Riproduzione riservata
Commenti