Ultim'ora
Commenta

Rotary e Rotaract contro
la fame in Zimbabwe: 15.120
porzioni di cibo per le scuole

Un fragoroso e compiaciuto applauso si è strappato quindi dalle mani affaticate dei partecipanti per andare a porre l’accento finale ad una mattinata vissuta all’insegna dei valori fondamentali della umana convivenza e della fratellanza universale.

SAN GIOVANNI IN CROCE – Domenica 27 settembre, alle ore 10.30, nel comune di San Giovanni in Croce, presso la palestra dell’Istituto Comprensivo Dedalo 2000, ha avuto luogo l’evento benefico Rise Against Hunger. Ad organizzarlo sono stati il Rotary Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta, il Rotaract Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta, l’Istituto Comprensivo Dedalo 2000 ed il Comune di San Giovanni in Croce.

Rise Agaist Hunger è un’organizzazione internazionale no profit impegnata nella lotta contro la fame nel mondo attraverso la distribuzione di cibo ed altri aiuti umanitari in favore delle popolazioni in grave stato di emergenza e la mobilitazione delle risorse necessarie per porre fine alla fame entro il 2030. Sotto il rapido ma efficace motto Pasto dopo pasto, l’associazione si impegna concretamente, facendosi affiancare e coadiuvare da persone ed istituzioni che condividono la medesima mission, nel confezionamento di pasti alimentari ad alto contenuto nutrizionale da destinare alle allieve ed agli allievi di scuole delle zone più svantaggiate del mondo. È a questo progetto che Rotary e Rotaract, in partnership con Istituto Comprensivo Dedalo 2000 e Comune di San Giovanni in Croce, hanno deciso di prendere parte e dare il proprio attivo contributo.

Prima di intraprendere le operazioni che, dopo due ore di intenso ed ordinato lavoro, hanno portato alla realizzazione di 15.120 porzioni di soia, riso e lenticchie che nel mese di ottobre raggiungeranno alcune scuole dello Zimbabwe, hanno preso la parola: Christian Soldi, presidente del Rotaract CVS, il quale ha ringraziato tutti i presenti per aver reso possibile ed effettuabile, tramite una seria ed efficace collaborazione tra istituzioni e club di servizio, un progetto dalla così alta vocazione umanitaria; Vincenzo Corbisiero, presidente del Rotary CVS, che si è unito ai ringraziamenti sottolineando quanto siano forti e condivisi i valori di amicizia e fratellanza che hanno spinto donne e uomini di diversa provenienza ed età anagrafica (rotariani, rotaractiani, insegnanti, studenti, sindaco, volontari) a mettersi al servizio del presente e dell’avvenire di donne e uomini come loro; Paola Premi, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Dedalo 2000, la quale ha salutato con sommo entusiasmo la partecipazione all’evento di una valida e competente rappresentanza di allievi della scuola da lei guidata. Gli studenti hanno inoltre realizzato dei disegni che sono stati inseriti nei pacchi come ulteriore segno di solidarietà e vicinanza ai loro colleghi zimbabwesi; Pierguido Asinari, sindaco di San Giovanni in Croce, che nell’elogiare l’iniziativa benefica ha voluto inoltre evidenziare quanto la cittadina da lui amministrata sia sensibile ai supremi principi di solidarietà ed amicizia tra i popoli, tanto da annoverare tra i suoi figli un’autorità rotariana, l’ingegner Maurizio Mantovani, past governatore del Distretto Rotary 2050, ed una rotaractiana, il dottor Christian Soldi. Alle ore 13.00, con un reboante suono di gong, è stata annunciata la conclusione dei lavori ed il conseguente raggiungimento dell’obbiettivo prefissato. Un fragoroso e compiaciuto applauso si è strappato quindi dalle mani affaticate dei partecipanti per andare a porre l’accento finale ad una mattinata vissuta all’insegna dei valori fondamentali della umana convivenza e della fratellanza universale.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti