Ultim'ora
Commenta

Cinghiali in fuga dalla piena:
automobilista li evita per un soffio dopo
il ponte Po. Un ungulato investito a Bozzolo

“Io ne ho visti tre, ma potrebbero essere stati anche di più: quasi certamente sono stati colpiti da un camion, altrimenti un’auto sarebbe stata distrutta. Si trattava infatti di animali grandi, ad occhio almeno 80 chili l’uno, insomma non erano cuccioli”.
Nella foto il cinghiale ucciso a Bozzolo

CASALMAGGIORE/COLORNO – Quando se li è trovati davanti in mezzo strada ha pensato che fossero sacchi dell’immondizia lasciati da qualche incivile lungo l’Asolana o, in alternativa, coperture di cellophane scuro persi da qualche camion. Poi, avvicinandosi, ha capito che in realtà si trattava di cinghiali morti. “Sono riuscito a inchiodare e schivarli per poco, un’altra auto davanti a me è finita fuori strada per fare la stessa cosa, per fortuna senza conseguenze”. A raccontare la disavventura un casalese, Luca Calza, che lavora in territorio parmense, appena al di là del Po, e lunedì sera alle 22 stava rincasando dopo il turno pomeridiano.

E’ stato lui, con ottimo senso civico, a dare l’allarme anche mediante Facebook, pregando gli automobilisti in transito verso (o da) Colorno di fare attenzione. “Io ne ho visti tre, ma potrebbero essere stati anche quattro o cinque. Quel punto è poco illuminato e dunque il pericolo aumenta perché si abbassa la visibilità: quasi certamente sono stati colpiti da un camion, altrimenti un’auto sarebbe stata distrutta. Si trattava infatti di animali grandi, ad occhio almeno 80 chili l’uno, insomma non erano cuccioli”.

Calza abbozza poi un’ipotesi circa la presenza dei cinghiali in quella zona, che sorge tra il ristorante “Bello Carico” e il ponticello in muratura che solca l’Asolana, in territorio di Colorno, poche centinaia di metri dopo il ponte Po. “A mio avviso scappavano dalla piena del fiume: spesso capita di trovare cinghiali che attraversano dalle parti di San Giovanni in Croce o Martignana. Ma in quella zona credo sia una rarità e forse la prima volta in assoluto”. Per Calza un bello spavento ma nulla di più; per gli automobilisti di passaggio in questi giorni di piena, un doveroso invito a fare molta attenzione.

Intanto una notizia molto simile arriva anche dalla zona dell’ex discoteca Furore, tra Bozzolo e Rivarolo Mantovano: sempre lunedì sera, col buio, un agricoltore ha investito e ucciso un cinghiale in attraversamento, distruggendo la propria Golf. L’uomo alla guida non ha per fortuna riportato alcuna ferita. Il cinghiale investito è stato poi portato dall’agricoltore Giovanni Gorni e dal guardiacaccia Caleffi a Mantova presso l’Istituto Zooprofilattico per le analisi del caso.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti