Ultim'ora
Commenta

Ponte Po, Cremona risponde
a 'Io Amo Colorno':
"Preoccupati anche noi"

sono in corso da parte di Provincia di Parma, approfondimenti con gli organi competenti, Prefettura e MIT, sulla fattibilità dell’impiego di tali strumentazioni

Risponde alle sollecitazioni di ‘Io Amo Colorno’ il presidente della Provincia di Cremona Mirko Signoroni. Le preoccupazioni della provincia sono le stesse dei cittadini, ma competente sul ponte Po è la provincia di Parma. Provincia, che al di là delle promesse per quanto riguarda i controlli, ancora non è andata.

“Con riferimento alla Vostra nota del 23 settembre con la quale manifestate la vostra preoccupazione in merito ai controlli del traffico veicolare che percorre quotidianamente il ponte sul Po di Casalmaggiore, si fa presente che tale questione è tra le priorità e gli interessi quotidiani della scrivente Provincia. Pertanto la Provincia di Cremona condivide tale preoccupazione e quindi sta offrendo piena collaborazione a Provincia di Parma, soggetto attuatore dell’intervento, per ultimare quanto prima l’installazione dei sensori di monitoraggio continuo della struttura. In tal senso si è tenuto un sopralluogo operativo il giorno 18 settembre che ha visto la presenza di tecnici delle due province, del progettista dell’Università di Parma e del personale delle ditte incaricate dell’installazione dei sensori. Nel frattempo riteniamo fondamentale il lavoro di vigilanza delle forze dell’ordine in quanto unico strumento possibile, in questa fase, per scoraggiare transiti non autorizzati sul ponte. Per quanto riguarda l’installazione sul ponte di postazioni fisse ed apparecchiature che possano sanzionare in automatico i trasgressori, sono in corso da parte di Provincia di Parma, approfondimenti con gli organi competenti, Prefettura e MIT, sulla fattibilità dell’impiego di tali strumentazioni. Provincia di Cremona proseguirà nel suo impegno per garantire la transitabilità in sicurezza del ponte e, a completamento dello stanziamento concesso dal MIT per la progettazione del nuovo ponte, rinnoverà le richieste di finanziamento affinché ANAS, prossimo gestore della strada statale Asolana, possa completare la costruzione del nuovo ponte con tempistiche certe”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti