Ultim'ora
Commenta

Finanziamenti regionali
all'agricoltura, Paolo Voltini: "Dopo
il Covid, un grazie all'assessore Rolfi"

Per la provincia di Cremona potranno beneficiare di questa opportunità nel complesso 184 aziende agricole, di cui 108 aziende florovivaistiche, 72 aziende agrituristiche e 4 allevamenti di vitelli a carne bianca.

“E’ un’importante boccata d’ossigeno. Lo stanziamento di finanziamenti regionali straordinari  rivolti alle aziende agricole maggiormente danneggiate a causa della pandemia è un’azione utile, rapida e concreta, in aiuto alla nostra agricoltura. Ringraziamo l’Assessore regionale Fabio Rolfi per la costante attenzione e l’impegno con cui sta supportando il settore agricolo e agroalimentare, attraverso misure tangibili, come questa”. Paolo Voltini sottolinea con soddisfazione l’imminente avvio del bando semplificato che consentirà agli agriturismi, alle aziende agricole di produzione florovivaistica e agli allevamenti di vitelli a carne bianca della Lombardia di ottenere dalla Regione un contributo da 7.000 euro a fondo perduto direttamente sul conto corrente, con una misura a ‘burocrazia zero’.

Un ‘bazooka’ lombardo da 20 milioni di euro – così lo ha definito Fabio Rolfi, Assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi – che inietta liquidità ai comparti del settore agricolo messi più in difficoltà dall’emergenza Covid. Per la provincia di Cremona potranno beneficiare di questa opportunità nel complesso 184 aziende agricole, di cui 108 aziende florovivaistiche, 72 aziende agrituristiche e 4 allevamenti di vitelli a carne bianca.

“E’ una misura che investe sull’agricoltura cremonese e lombarda, riconoscendo al nostro settore un valore essenziale, nella ripartenza dell’economia – prosegue Voltini –. Si interviene concretamente per consentire liquidità alle imprese agricole che hanno avuto una diminuzione delle attività a causa della pandemia. Essenziale anche la scelta di abbattere la burocrazia, per l’accesso a questa misura. Il tema della semplificazione, della sburocratizzazione, è vitale: anche da questa partita si gioca la possibilità per la nostra agricoltura, e più in generale per l’economia lombarda, di ripartire con vigore”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti