Ultim'ora
Commenta

Marcaria, nella 'Giornata
del Creato' si costituisce
la Comunità 'Laudato sì'

Ha toccato il cuore dei presenti il gesto profetico della messa a dimora degli alberi autoctoni (offerti dalla azienda agricola vivaista Odi di Marcaria) un simbolo della difesa della vita e del voler contrastare i mutamenti climatici

MARCARIA – Sulla strada ex Statale Padana Inferiore numero 10 che da Mantova conduce a Cremona, a Marcaria, prima del ponte sulla destra, sorge una grande Croce. È proprio lì, che domenica 4 ottobre 2020 si è fondata la prima comunità Laudato Si’ nella Diocesi di Mantova.

Presenti in molti tra cui Don Angelo Rocco, Don Giuseppe Frittoli, Don Paolo Tonghini che hanno rilanciato i messaggi del Fare fraternità, cioè mettere in piedi azioni concrete per seguire e vivere, come suggerisce Papa Francesco, i valori nella sua enciclica “Laudato si”.

La contemplazione del creato per progredire nella compassione, cioè sporcarsi le mani e non stare a guardare indifferenti.

Le corali delle due parrocchie Casatico e Marcaria alla guida del maestro Riccardo Caleffi accompagnati al pianoforte da Valentino Salvini hanno intercalato brani a tema tra le esposizioni e testimonianza delle diverse esperienze di persone rappresentanti di associazioni che si occupano di ambiente ma non solo, del territorio.

Sul palco Mimma Vignoli, Primo Barzoni, Damiano Chiarini, Luigi Gardini quali rappresentanti della Condotta Slow Food Oglio Po e Distretto Bio Casalasco Viadanese, Consulta Volontariato Viadanese e New Tabor, Associazione Persona-Ambiente di Casalmaggiore e Associazione Noi, Ambiente, Salute di Viadana.

Da tempo, le sopracitate associazioni si impegnano per mettere in pratica il contenuto dell’ Enciclica di Papa Francesco Laudato Si’.

Per i Marcariesi neofiti, è stata una manna averli come supporto e stimolo. Infatti è proprio grazie alla generosità amorevole della ‘Comunità Laudato Si’ di Viadana’ che si è rimasti coinvolti dal suo saper essere, saper fare.

Le molte proposte d’amore verso la propria terra e verso i suoi abitanti sono state profumo vocale per Stella Bassani che Luca Bonaffini ha accompagnato alla chitarra interpretando canti popolari ebraici dalle stesse tematiche.

Ha toccato il cuore dei presenti il gesto profetico della messa a dimora degli alberi autoctoni (offerti dalla azienda agricola vivaista Odi di Marcaria) un simbolo della difesa della vita e del voler contrastare i mutamenti climatici.

Le varie attività erano intervallate dagli spirituals significativi interpretati dal mezzosoprano Silvana Gazzieri.

Luigi Gardini rappresentante dell’associazione Noi, Ambiente, Salute di Viadana ha posto l’attenzione sulla mostra fotografica realizzata a seguito del concorso indetto dalla Comunità dal titolo “Obiettivo Terra”, che ha coinvolto varie realtà del territorio per esprimere situazioni contrastanti che convivono rendendo la natura a volte minacciata e degradata.

Graziano Temporin fotografo professionista ha regalato Flash artistici che dimostrano il tema in questione. I concorrenti menzionati che si sono distinti sono: Elisa Carlino, Alberto Manzoni, Tiziano Schiroli e gli studenti della quinta classe CL del Liceo di Viadana.

Lo stesso concetto è stato il tema del cortometraggio ‘Laudato Si’, un’idea d’amore’ realizzato dai giovani provenienti da realtà ambientali e culturali di altre nazioni: Evans, Helene, Navdeep, appartenenti al gruppo di teatro promosso da Luigi Gardini e seguito dall’insegnante di teatro Fiorenza Raffagli.

Il video donato al Papa all’udienza privata del 12 settembre è stato proiettato nella stessa serata alla presenza del nostro Vescovo Monsignor Busca che ha incoraggiato la nascita e la propagazione della Comunità Laudato Si’ in tutta la Diocesi Mantovana.

A sottolineare l’evento le autorità locali: il vicesindaco Alessia Cattafesta gli amministratori Enrico Lungarotti e Gloria Castagna sensibili ai temi dell’ evento; gli sponsor sostenitori ditta Gusberti.

Dulcis in fundo il rinfresco che ha permesso di condividere i frutti della Terra offerti dalle aziende Agricola Bio Corte Lidia, Terzi Luigi, Corte Bio Pagliare Verdieri di Mimma, l’Angolo dei Sapori di Cosetta, la panetteria Rota, i prodotti Cleca Bio Sun, la Latteria Casaticese. Il grazie più grande a Franca Pacini che ha ospitato l’evento nella splendida cornice della Corte Campo Chiesa.

Fiorenza Raffagli

© Riproduzione riservata
Commenti