Ultim'ora
Commenta

Asola, 3300 euro di
multa dai carabinieri per
aver urinato in strada

Gli uomini dell'Arma, impegnati costantemente nei servizi di controllo del territorio, hanno identificato un 33enne italiano che stava tranquillamente e beatamente urinando in pieno centro ad Asola

ASOLA – Far pipì in strada può costare carissimo. Ad averlo scoperto a sue spese un cittadino italiano, sorpreso dai militari di Asola.

Gli uomini dell’Arma, impegnati costantemente nei servizi di controllo del territorio, hanno identificato un 33enne italiano che stava tranquillamente e beatamente urinando in pieno centro ad Asola.

L’uomo, non curante della vicinanza di numerose abitazioni e della presenza di passanti, in pieno giorno e a cielo aperto a dato sfogo ai propri bisogni fisiologi.
All’arrivo dei militari, allertati da qualche cittadino indignato da quanto stava accadendo, lo stesso ha ultimato i suoi bisogni e poi si è rivolto a loro. Invitato a sanificarsi le mani, allo stesso è stata contestata una violazione amministrativa di 3.300 euro.

In Italia, dal 2016, il quadro normativo è cambiato. L’articolo del Codice Penale, il 726, che molti scopriranno solo in questa circostanza perchè ne ignoravano l’esistenza, prevede effettivamente che chiunque, in un luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, compie atti contrari alla pubblica decenza è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro a 5.000 a euro a 10.000.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti