Ultim'ora
Commenta

San Giovanni investe in
sicurezza: contributi per
antifurto e videosorveglianza

Il contributo, così come è illustrato nel bando da oggi disponibile sul sito web del Comune, sarà del 50% del valore delle spese sostenute, sino ad un massimo di € 300,00 per impianti installati dal 1 novembre 2020 al 31 marzo 2021, fino a esaurimento del fondo che, anticipa Asinari, potrebbe essere rifinanziato.

SAN GIOVANNI IN CROCE – È da oggi online sul sito del Comune di San Giovanni in Croce un bando per ottenere contributi comunali destinati all’acquisto di sistemi di antifurto e videosorveglianza. “Tra i temi all’attenzione della nostra amministrazione – spiega il sindaco Pierguido Asinari – c’è quello della sicurezza dei cittadini e delle aziende. Uno di essi riguarda la protezione dall’intrusione di estranei e la prevenzione dai furti nelle proprietà private, che non sono mancati anche durante l’emergenza epidemiologica, quando alcune aziende costrette a interrompere le proprie attività hanno subito furti che hanno ulteriormente aggravato la loro situazione economica”.

L’amministrazione comunale ha quindi deciso di aumentare il livello di sicurezza delle strutture poste sul territorio comunale, in favore dei propri residenti e alle aziende di San Giovanni in Croce, attraverso un bando apposito che consentirà di usufruire di contributi indirizzati ad interventi per l’installazione e l’attivazione di impianti di videosorveglianza, videoprotezione, sistemi antifurto, antirapine e antintrusione. “Abbiamo deciso di istituire per gli anni 2020 e 2021 un fondo riservato al sostegno di investimenti in sistemi antifurto e antintrusione – spiega Asinari – per incoraggiarne, attraverso un contributo economico dedicato, l’installazione”.

Il contributo, così come è illustrato nel bando da oggi disponibile sul sito web del Comune, sarà del 50% del valore delle spese sostenute, sino ad un massimo di € 300,00 per impianti installati dal 1 novembre 2020 al 31 marzo 2021, fino a esaurimento del fondo che, anticipa Asinari, potrebbe essere rifinanziato. Quest’ultimo provvedimento si innesta in un percorso sulla sicurezza che l’amministrazione ha intrapreso da tre anni, e che ha portato come azione principale la costruzione di una nuova caserma per i carabinieri a cui, aggiunge il sindaco, “si aggiungono i varchi direzionali all’entrata del paese, che verranno posizionati in primavera, oltre all’ampliamento del sistema di videosorveglianza degli spazi pubblici, a cui stiamo lavorando da un paio di anni”. La richiesta di contributo dovrà essere inviata entro le ore 11 del 31/03/2021. Info e modulistica sul sito istituzionale del comune: www.comune.sangiovanniincroce.cr.it .

GLI INVESTIMENTI IN SICUREZZA NEGLI ULTIMI ANNI A SAN GIOVANNI IN CROCE:

  • Implementazione sistemi di sorveglianza aree pubbliche con installazione di impianti di videosorveglianza nelle aree sensibili
  • Acquisto e utilizzo di fototrappola mobile per monitoraggio situazioni sospette e reati ambientali
  • Progetto per installazione varchi elettronici agli ingressi del paese
  • Costruzione di una nuova caserma dei carabinieri
  • Bando per contributi per sistemi di sicurezza destinati ad abitazioni e aziende site nel Comune

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti