Ultim'ora
Commenta

Lutto nella politica
cremonese: si è spenta
Maria Rosa Zanacchi

“Era una persona di grande impegno e serietà, di grande puntualità nel suo lavoro”: così la ricorda Giuseppe Torchio, sindaco di Bozzolo e per anni suo compagno di partito. “Non a caso proveniva dal settore femminile e dalle associazioni cattoliche di quel settore".

Si è spenta all’età di 68 anni, Maria Rosa Zanacchi, persona molto conosciuta nel mondo politico e sindacale cremonese. Dopo aver militato nella Democrazia Cristiana e nella Margherita, era stata punto di riferimento anche per la nascita del Pd cremonese, sebbene da alcuni anni se ne fosse allontanata. Maria Rosa Zanacchi era ricoverata in ospedale da qualche tempo, e aveva contratto il Covid. Il funerale si terrà lunedì mattina presso la chiesa di Sant’Abbondio.

“Era una persona di grande impegno e serietà, di grande puntualità nel suo lavoro”: così la ricorda Giuseppe Torchio, sindaco di Bozzolo e per anni suo compagno di partito. “Non a caso proveniva dal settore femminile e dalle associazioni cattoliche di quel settore. Portava dietro di se un’impostazione legata a una funzione educatrice e pedagogica della politica. Era una donna appassionata e grintosa, sempre disponibile”.

“Ho lavorato con lei in consiglio provinciale perché ero capogruppo quando eravamo insieme nel gruppo Pd” commenta Andrea Virgilio, vice sindaco di Cremona. “Ho sempre apprezzato il suo modo di fare politica, perché è sempre stata una persona che privilegiava il merito delle questioni e i toni sobri rispetto a una politica urlata e conflittuale. E’ una cosa che ha sempre fatto sia nelle istituzioni sia nel partito. Ha accompagnato la nascita del Pd ed è sempre stata in prima linea. Ma di Maria Rosa ricordo anche il grande senso di comunità: era sempre in prima linea nei momenti aggregativi”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti