Cronaca
Commenta

Asola, arrestate in flagranza di reato due ladre seriali: colpivano i supermercati

Un’accusa molto pesante quella inoltrata alla Procura della Repubblica di Mantova in particolare per la 61enne che ha già collezionato numerose denunce di furto e ricettazione, sempre connesse ai danni di supermercati.

ASOLA – I Carabinieri della Stazione di Asola nel pomeriggio del 26 novembre hanno tratto in arresto in flagranza di reato una 61enne e una 18 enne, domiciliate presso un campo roulotte sito nel Bresciano: le donne si sono rese responsabili dei reati di furto aggravato in concorso presso i supermercati Eurospin e Tigotà di Asola. Un’accusa molto pesante quella inoltrata alla Procura della Repubblica di Mantova in particolare per la 61enne che ha già collezionato numerose denunce di furto e ricettazione, sempre connesse ai danni di supermercati. La donna in passato ha anche colpito in altri comuni Mantovani ed è stata segnalata alla Procura della Repubblica di Mantova per reati quali ricettazione e furto.

I fatti risalgono al pomeriggio del 26 novembre scorso quando i militari di Asola, impegnati in mirati servizi di controllo del territorio, intorno alle ore 17, hanno effettuato un predisposto controllo all’area commerciale di via Mantova di Asola, dove hanno sede numerosi esercizi commerciali. Sono state così avvistate le due donne, mentre uscivano in velocità e a piedi dal supermercato Eurospin per poi salire a bordo di una autovettura. Dopo averle prontamente fermate, subito i militari hanno notato qualcosa di strano. La passeggera aveva tra le gambe diversi articoli di prodotti casalinghi, ma senza alcun sacchetto. Sottoposte a controllo, non sono riuscite a fornire alcuno scontrino che comprovasse la provenienza della merce. Durante la perquisizione personale, sono inoltre state rinvenute all’interno del veicolo altri prodotti a marchio Eurospin (prodotti del tipo alimentari e una maglia in lana con etichetta strappata). Il tutto per circa 100 euro di refurtiva. Gli uomini dell’Arma quindi hanno proceduto al puntuale riscontro presso i due supermercati e dall’analisi effettuata dai due responsabili dei centri commerciali è risultato che la merce era stata in effetti rubata.

Dichiarate in stato di arresto, le donne sono state tradotte a regime domiciliare in attesa di processo, presso un campo roulotte in provincia di Brescia. Nel pomeriggio del 27 novembre, a seguito del rito per direttissima, è avvenuta la convalida dell’arresto e la contestuale applicazione di misura cautelare dell’obbligo di dimora a carico della 61enne. Il comando Carabinieri di Asola ha altresì avviato a carico delle due donne una proposta di foglio di via indirizzata al questore di Mantova, con la quale è stato formalmente richiesto il divieto di ritorno nel comune asolano.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti