Ultim'ora
Commenta

Raddoppio ferroviario MN-
CR-Codogno, Zolezzi (M5S)
è critico con il sindaco di Mantova

Un nuovo assetto societario interamente pubblico per Autostrada del Brennero, attraverso la liquidazione dei soci privati che consenta un modello gestionale "in house" della concessione sull'A22, oppure la gara da avviare nel 2021. 

Collegare Cremona e Mantova è una necessità del territorio a cui la politica cerca di far fronte vagliando diverse soluzioni e cercando di oltrepassare gli ostacoli che si presentano periodicamente. Il parlamentare pentastellato Alberto Zolezzi non nasconde la sua posizione molto critica nei confronti del primo cittadino di Mantova, Mattia Palazzi, sindaco in quota DEM….

Un nuovo assetto societario interamente pubblico per Autostrada del Brennero, attraverso la liquidazione dei soci privati che consenta un modello gestionale “in house” della concessione sull’A22, oppure la gara da avviare nel 2021. 

Esprimo soddisfazione per la volontà del Ministro De Micheli di risolvere con legalità e buon senso la questione della concessione autostradale A22. – Dichiara il parlamentare M5S Alberto Zolezzi – dopo 6 anni, grazie anche ai provvedimenti del Ministro Toninelli, si può andare verso una concessione pubblica che garantirà investimenti sui territori, a partire dai 160 milioni per la nostra provincia, per Valdaro e per la chiusura della tangenziale est a Mantova.

Chiudendo entro dicembre l’esclusione dei soci privati si avranno questi investimenti e si avrà per 30 anni un’autostrada al servizio dei territori.”

Il parlamentare grillino entra ancora più nel merito sulla posizione del sindaco mantovano:

“Auspico – aggiunge Zolezzi – che le posizioni illegali come quella del Sindaco di Mantova Palazzi cessino di disturbare questo importante lavoro, la Commissione Europea in 2 importanti pareri ha detto che non è legale una concessione rinnovata senza gara con dentro i soci privati. Spero, quindi, che Mantova abbia la sua autostrada con bilanci e investimenti trasparenti in nuove infrastrutture utili.

“Scriverò al Ministro De Micheli – continua Zolezzi –  il mio supporto e le chiederò anche di sveltire un’altra infrastruttura utile, il raddoppio ferroviario fra Mantova e Cremona-Codogno.

In questo caso bisognerà perfezionare il progetto con i Sindaci ma non ci si faccia bloccare dal fantasma dell’autostrada Mantova-Cremona. Un’opera faraonica che aumenterebbe emissioni, inquinamento e nuovo Coronavirus, l’autostrada che sta bloccando da anni un’infrastruttura necessaria per il territorio e una ferrovia che darà dignità e qualità di vita agli oltre 10mila pendolari che percorrono la tratta da Mantova a Milano tutti i giorni – conclude – secondo lo studio che i portavoce M5S Fiasconaro e Gaetti hanno commissionato al Politecnico di Milano.”

A. S.

© Riproduzione riservata
Commenti