Cronaca
Commenta

Fanno saltare il bancomat, ma provocano un incendio: ladri via a mani vuote, danni ingenti

Quasi sette anni fa la stessa tecnica, era il 21 marzo 2014 e il bancomat della filiale di Casalbellotto, frazione di Casalmaggiore, della Banca Popolare di Cremona, venne fatto saltare. I malviventi arraffarono tutto il possibile, un bottino quantificato poi in 48mila euro. Stavolta qualcosa per loro è andato storto.

CASALBELLOTTO (CASALMAGGIORE) – Quasi sette anni fa la stessa tecnica, era il 21 marzo 2014 e il bancomat della filiale di Casalbellotto, frazione di Casalmaggiore, della Banca Popolare di Cremona, venne fatto saltare. I malviventi arraffarono tutto il possibile, un bottino quantificato poi in 48mila euro. Stavolta ai ladri è andata molto meno bene, ma per la filiale di via Nicolò Tommaseo i danni sono ingenti: nella notte tra lunedì e martedì i malviventi hanno provare a colpire di nuovo, sempre allo stesso orario di quasi sette anni fa, attorno alle 3.30 della mattina. Qualcosa però è andato storto: dal bancomat, che ha preso fuoco, si sono sprigionate fiamme intense ma non vi è stato alcun botto e il sistema ha retto, tanto che lo sportello non si è aperto né è stato scardinato dal muro. Così i ladri si sono dati alla fuga, mentre sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Casalmaggiore e i Vigili del Fuoco di Viadana.

Questi ultimi sono stati avvertiti da un passante, il quale ha visto all’alba, attorno alle 4, fumo e fiamme levarsi dallo sportello. Quando i Vigili del Fuoco sono arrivati e l’incendio è stato spento, è stato possibile scoprire che in effetti nulla era stato rubato. La tecnica dell’acetilene, sostanza chimica che, innescata dà luogo ad una esplosione controllata capace di fare saltare cardini alle porte e, in questo caso, anche allo stesso sportello, pur rinforzato dopo il colpo del 2014, ha fatto cilecca. Grave tuttavia il danno per la struttura, dato che parte dell’incendio ha interessato anche il locale interno attiguo allo sportello.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti