Ultim'ora
Commenta

Viadana, Perteghella
risponde a Gozzi: "Uno
spettacolo inquietante"

In questa sequela di falsità  nelle dichiarazioni, suffragate da un altrettanto imbarazzante Segretario Generale, il Consiglio Comunale ha dimostrato senso di responsabilità e serietà

VIADANA – L’onda lunga della polemica innescata dai consiglieri di minoranza non esaurisce la propria influenza sul dibattito in seno al consesso viadanese. Un botta e risposta che sembra fare rivivere le ruggini della campagna elettorale. La nota stampa che rinvigorisce la polemica è firmata dall’ex candidato sindaco Silvio Perteghella, leader di Viadana Democratica, che spiega: “rispondo alle dichiarazioni del Presidente del Consiglio Comunale Gozzi. Andrebbe ribadito che Gozzi prima di continuare a rilasciare dichiarazioni “spensierate” a mezzo stampa, e dichiarazioni mendaci in Consiglio Comunale, dovrebbe  avviare una profonda riflessione insieme al Sindaco e al Segretario Comunale, sul momento nel quale è sorta la sua incompatibilità”.

Il consiglierePerteghella entra nei dettagli che sono stati affrontati anche in Consiglio comunale: “In un primo momento – continua –  riferì in aula di essere decaduto dalla Fondazione Villaggio del Ragazzo Vaini, poi a mezzo stampa aveva ammesso di essere in “prorogatio” (quindi in carica) , ieri dichiarava di volersi dimettere.
In questa sequela di falsità  nelle dichiarazioni, suffragate da un altrettanto imbarazzante Segretario Generale, il Consiglio Comunale ha dimostrato senso di responsabilità e serietà, contestando la sua nomina con 9 voti favorevoli sui 16 a disposizione;  nonostante Gozzi abbia partecipato alla consultazione, contrariamente ai dettami dell’art. 78 del Testo Unico Enti Locali.
Fatta questa doverosa premessa, è chiamato a riconvocare il Consiglio Comunale come la delibera che approva la sua contestazione delle cause di incompatibilità, trovandosi nell’imbarazzo del coinvolgimento personale sulla vicenda. Il Consiglio Comunale dovrà ascoltare le sue giustificazioni e dichiararne l’eventuale decadenza. Lo convocherà?
Cavatorta dovrà così prepararsi a rimescolare le carte degli incarichi, perché tra quei 9 consiglieri, uno “scillipoti” di Consigliere Comunale che sarà disposto a ravvedersi nel caso di decadenza di Gozzi potrà forse trovarlo, a maggior ragione se sarà disposto a distribuire “prebende” come la Presidenza di Farmacia Comunale srl.
Siamo solo all’inizio di un cine – panettone dove i “registi” Cavatorta – Gozzi – Bavutti  (fingono di non conoscere i dettami del TUEL in termini di ineleggibilità e incompatibilità).
Spettacolo inquietante per una città colpita duramente dalla crisi sanitaria ed economica dovuta al Coronavirus”.
A. S.

© Riproduzione riservata
Commenti