Ultim'ora
Commenta

Caccia, Piloni: "Per la Regione
ennesima condanna, e a
pagare sono i cittadini"

La Regione continua a sperperare denaro pubblico per difendere e favorire pochi cacciatori e se non provvederà a emettere i provvedimenti dovuti entro i termini stabiliti, sarà addirittura nominato un commissario ad acta

Il Tribunale regionale, con la sentenza del 28 novembre scorso, ha condannato la Regione Lombardia per non aver vietato la caccia nell’area circostante i valichi montani utilizzati dalla fauna migratoria, accogliendo un ricorso della Lega per l’abolizione della caccia.

“L’ennesima condanna annunciata – commenta il consigliere regionale Matteo Piloni, capodelegazione Pd in commissione Agricoltura – che obbliga la Regione al pagamento di ingenti spese, dal momento che il Tar ha trasmesso il proprio pronunciamento alla Corte dei Conti, segnalando così il reiterato comportamento di un’amministrazione regionale che ‘con scelte non conformi alle normative di settore, provoca notevoli danni non solo agli animali selvatici, ma anche alle tasche dei contribuenti’”.

“La Regione continua a sperperare denaro pubblico per difendere e favorire pochi cacciatori -sottolinea Piloni – e se non provvederà a emettere i provvedimenti dovuti entro i termini stabiliti, sarà addirittura nominato un commissario ad acta”.

“Per accontentare pochi, la  Regione fa pagare tutti. Un’altra forzatura sulla caccia che pesa sulle tasche dei cittadini” conclude il consigliere dem.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti