Ultim'ora
Commenta

Mario Cozzini, il ricordo
di Carlo Stassano:
"Encomiabile spirito di servizio"

"Mario, Padre amorevole e marito meraviglioso, amato dalla Sua inseparabile Lina, la Mamma di tutti i giovani che via via frequentavano Casa Cozzini. Esperienze di Vita che  lo hanno aiutato  a comprendere il Senso del Servire, l'aprirsi agli altri, offrire parte importante del proprio tempo libero".

CASALMAGGIORE – Un ricordo molto sentito, in questi giorni di lutto per Mario Cozzini, arriva da Carlo Stassano, presidente dell’Interflumina. “Era il 9 gennaio del 1976 quando, a seguito dell’Assemblea Elettiva del 7 novembre 1975, il Consiglio Direttivo dell’Associazione Atletica Casalmaggiore elegge quale Presidente Mario Cozzini, Vice Presidente Pietro Zanafredi di Casalbellotto e Segretaria Maria Teresa Contini sorella del Prof. Giangiacomo. Ricordi lontani ma ancora lucidissimi, presenti come fosse oggi, che rendono omaggio a Mario per il Suo incomparabile impegno verso la Famiglia, il Suo lavoro, i giovani. Sì, la Sua famiglia ed i giovani perchè tutt’e tre le Figlie sono state Atlete della Società da Lui presieduta. Inizialmente tutte nella corsa di resistenza: Patrizia, Tiziana e Antonella, vocata poi con grande successo al salto in alto andando a rivestire anche i colori del CUS Pavia”.

“E con Mario sono iniziate per l’Atletica leggera di Casalmaggiore – spiega Stassano – le prime esprienze di gemellaggi all’estero. Vevey, la bellissima Città svizzera adagiata sul Lago di Ginevra, ha accolto nel mese di settembre ’76 gli Atleti dell’AAC con immenso calore memore dell’ospitalità ricevuta nel mese di aprile a Casalmaggiore dove si è tenuto, presso il piccolo impianto all’aperto della Scuola Media “Diotti”, un Meeting quadrangolare che vedeva anche la presenza della Libertas Mantova e della Folgore di Boretto. Mario Cozzini ha saputo offrire uno slancio incredibile al movimento atletico a Casalmaggiore e, da cofondatore, ha contribuito alla nascita dell’Atletica Interflumina che, come da Statuto, ha saputo progressivamente capillarizzare entusiasmo, passione ed impegno in tutto il Compresorio Oglio Po”.

“Mario, Padre amorevole e marito meraviglioso, amato dalla Sua inseparabile Lina, la Mamma di tutti i giovani che via via frequentavano Casa Cozzini. Esperienze di Vita che  lo hanno aiutato  a comprendere il Senso del Servire, l’aprirsi agli altri, offrire parte importante del proprio tempo libero (anche se davvero poco per motivi di lavoro) alle necessità della Comunità. E per Lui il passo è stato facile, dall’Atletica al Rotary con uno spirito di servizio davvero encomiabile, esempio fantastico per i Suoi quattro figli. Tutta l’Interflumina si unisce a Loro, ad Antonella, Patrizia, Tiziana e Giampietro, confortata dal pensiero che a distanza di 13 mesi Mario ha potuto riabbracciare la Sua Lina alla quale anche negli ultimi anni di vita sofferta ha saputo offrirle sempre tutto il Suo amore fatto di tenerezze, di attenzioni, di totale dedizione”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti