Ultim'ora
Un commento

Asola, ristorante aperto
contro norme anti Covid, 4 clienti
sanzionati e segnalata attività

Al titolare, oltre alla sanzione da 400 euro, è stata comminata la sospensione dell’attività per giorni cinque, in attesa delle determinazioni della Prefettura di Mantova

ASOLA – Incessante il lavoro dei Carabinieri di Asola impegnati nel rispetto delle normative anti COVID 19. Durante il ponte dell’Immacolata, sono stati effettuati controlli mirati nel territorio di competenza, ed elevate multe per 3.600 euro. Il ristorante “La Chiusa” di Asola è stato chiuso per 5 giorni.

I controlli, effettuati prevalentemente nei luoghi dediti all’assembramento, spiegano i Carabinieri, sono ormai ben accetti dalla popolazione che vede L’Arma dei Carabinieri come un loro punto di riferimento per la lotta al rispetto delle normative anti Covid 19.

I cittadini, forti delle conferenze tenute nel territorio che hanno visto la locale Arma in prima linea nell’ambito dell’iniziativa “Servizio di ascolto/ascoltiamoci”, promossa dal Comando Provinciale Carabinieri di Mantova, segnalano ai militari ogni evento che crea allarme sociale nel territorio. Come i cittadini, anche le associazioni di controllo del vicinato e le associazioni di categoria si sono unite all’Arma dei Carabinieri segnalando ogni evento di interesse.

Nel pomeriggio del 7 dicembre, i militari dell’Arma hanno sanzionato quattro cittadini Asolani che, dopo aver acquistato bevande alcoliche da un bar del centro abitato, si sono fermati nelle pertinenze dello stesso a consumarle come se nulla fosse, creando assembramento. In quel caso l’attività commerciale non è stata sanzionata in quanto estranea all’evento.

Nel giorno dell’Immacolata i Carabinieri di Asola hanno effettuato accesso presso il ristorante “LA CHIUSA”. I militari, attratti da diverse autovetture li parcheggiate, una volta dentro hanno visto che quel titolare aveva aperto al pubblico con servizio al tavolo. Venivano identificati gli avventori, tutti provenienti da fuori comune, con due tavoli distinti intenti a consumare pietanze come se nulla fosse.

Per i quattro sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 1.600 euro.

Al titolare, oltre alla sanzione da 400 euro, è stata comminata la sospensione dell’attività per giorni cinque, in attesa delle determinazioni della Prefettura di Mantova.

I Carabinieri della Compagnia di Castiglione delle Stiviere invitano tutti i cittadini e commercianti a non emulare tali comportamenti che giorno dopo giorno creano allarme sociale, invitando gli stessi a segnalare ogni evento ritenuto di turbativa dell’ordine e la sicurezza pubblica.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti