Salute
Commenta

Campagna vaccinale Covid, Fabrizia Zaffanella chiede chiarezza per Viadana

La dottoressa, oltre che consigliera comunale, Fabrizia Zaffanella è alla ricerca del quadro più ampio possibile proprio per la complessità organizzativa e logistica delle varie parti che comporranno il "mosaico" della campagna vaccinale Covid

VIADANA – Il piano vaccinale Covid-19 irrompe, come ragionevole che sia, nel dibattito politico e Viadana non fa eccezione con la Consigliera Fabrizia Zaffanella che vuole fare chiarezza sull’argomento.

“Nel giro di 6-7 mesi, dovrà sottoporre alla vaccinazione il 70% delle persone: in Lombardia la popolazione reclutabile è pari a 7.500.000 persone, a Mantova 290.000 abitanti e a Viadana 14.000 abitanti circa; considerato che l’organizzazione della campagna vaccinale anti-Covid è un evento straordinario di Sanità Pubblica , di portata mai vista, e che la seconda ondata dell’epidemia COVID-19 ha evidenziato la fragilità del sistema sanitario e in particolare della medicina territoriale; questa organizzazione complessa imporrebbe alla ATS e alla ASST l’attivazione di una task force imponente con il reclutamento di nuovi medici e di personale sanitario; considerato che in previsione della imminente campagna vaccinale anti-Covid prevista a inizio 2021 – aggiunge -, dovranno essere individuati nei comuni più popolosi centri vaccinali adeguati e tali strutture territoriali di somministrazione ed assistenza dovranno essere sufficientemente attrezzati, facili da raggiungere, con parcheggi, sicuri e accessibili, che possano contenere molte persone, rispettando il distanziamento sociale, questi centri dovranno inoltre essere dotati di frigoriferi e di adeguati strumenti informatici per la registrazione dei dati, di telefono e rete internet. Valutato che i centri vaccinali già impegnati nella somministrazione dei vaccini non possono essere i luoghi deputati alla somministrazione del vaccino COVID-19, né tantomeno si può pensare che siano i Medici di Medicina Generale ad effettuarli; Considerata l’importanza della attivazione di una rete di centri vaccinali, in collaborazione con ATS e ASST, distribuita sul territorio”.

La dottoressa, oltre che consigliera comunale, Fabrizia Zaffanella è alla ricerca del quadro più ampio possibile proprio per la complessità organizzativa e logistica delle varie parti che comporranno il “mosaico” della campagna vaccinale Covid: “ATS e ASST hanno inoltrato il piano vaccinale anti-Covid per il Comune di Viadana e chiedo se il nostro comune è stato coinvolto nell’organizzazione del piano stesso, per quanto di competenza territoriale, al fine di organizzare in modo strutturale ed efficiente la campagna vaccinale e offrire alla cittadinanza un’assistenza sanitaria territoriale adeguata. L’intervento comunale è l’unico, infatti, in grado di mettere rapidamente in rete le tante strutture e competenze esistenti sul territorio conclude Zaffanella -, dalle farmacie ai laboratori privati, dai medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, alle associazioni di volontariato. Tali strutture potrebbero rappresentare anche luoghi per le distribuzioni di DPI e materiale sanitario per gli stessi medici di medicina generale con un contributo diretto da parte della amministrazione che si era già attivata nella prima parte della fase epidemica”.

A. S.

© Riproduzione riservata
Commenti