Ultim'ora
Commenta

Servizio fitosanitario regionale,
ufficio a Canneto: un premio
alla produttività locale

Un risultato di straordinaria importanza conseguito dall’Amministrazione Comunale grazie ai rapporti istituzionali intrecciati con Regione Lombardia e alla tempestività con la quale si è data risposta alle esigenze logistiche che le nuove funzioni richiedono

CANNETO SULL’OGLIO – Un nuovo servizio si aggiunge a quelli già presenti in comune. Questa volta è regionale. Avrà sede a Canneto sull’Oglio uno degli uffici regionali del rinnovato servizio fitosanitario, una grande novità per il territorio e per tutto il mondo del florovivaismo.

Un risultato di straordinaria importanza conseguito dall’Amministrazione Comunale grazie ai rapporti istituzionali intrecciati con Regione Lombardia e alla tempestività con la quale si è data risposta alle esigenze logistiche che le nuove funzioni richiedono.

Il sindaco Nicolò Ficicchia ha ringraziato Regione Lombardia, l’assessore all’agricoltura Fabio Rolfi ed i suoi Dirigenti, per l’attenzione avuta nei confronti del territorio e della produzione vivaistica.

“Un ringraziamento – spiega il primo cittadino – è dovuto anche a quanti hanno collaborato all’individuazione di una soluzione ottimale in tempi rapidi. In forza di una legge del 2020, infatti, le funzioni in materia fitosanitaria, attualmente svolte da ERSAF, sono state trasferite alla Regione e la data prevista per tale subentro è stata fissata al 1 gennaio 2021.

La mancanza di spazi idonei presso la sede territoriale di Mantova ha spinto quindi Regione Lombardia a valutare possibili soluzioni alternative e, alla luce della realtà vivaistica del nostro territorio, si è velocemente instaurato un dialogo tra le due Istituzioni che ha ben presto portato alla scelta di Canneto come luogo strategico e meritevole di ospitare parte del nuovo servizio regionale.

Chiaramente, l’Amministrazione si è adoperata velocemente in modo da reperire spazi fruibili sin dai primi giorni del nuovo anno raggiungendo lo scopo con soddisfazione di entrambe le parti. L’apertura dell’ufficio regionale è una nuova importante tappa all’interno di quel percorso di sviluppo che le istituzioni locali hanno messo in atto al fine di agevolare e sostenere le attività produttive del territorio”.

L’Amministrazione del sindaco Nicolò Ficicchia sin dal suo insediamento ha inteso riportare il Comune al fianco dei vivaisti rappresentandone le istanze nelle sedi istituzionali, come già accadde nei decenni passati, prima con l’importante avvio del Centro Servizi Provinciale, da parte del sindaco Susanna Turrini, e poi con il fondamentale riconoscimento del Distretto Regionale promosso dal sindaco Pierino Cervi.

La consapevolezza di vivere l’inizio di una stagione di grandi opportunità per tutto il settore legato alla produzione del verde e della riqualificazione ambientale, deve guidarci nei prossimi mesi e anni. Una stagione nella quale i rapporti con le Istituzioni e le reti territoriali avranno grande importanza anche e soprattutto per i settori economico-produttivi.

“Le esperienze passate – conclude Ficicchia – ci hanno dimostrato che la credibilità istituzionale di un territorio passa dall’unione di intenti tra mondo produttivo ed Enti Locali e parimenti ci hanno insegnato che essere presenti ai tavoli istituzionali è di straordinaria e strategica importanza per le realtà produttive della filiera agricola”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti