Salute
Commenta

Consultorio: Perteghella interroga il consiglio comunale viadanese

Interrogazione relativa alla riduzione del personale con funzioni di ostetricia dal Consultorio Familiare (ASST di Mantova) di via largo De Gasperi Viadana

VIADANA – Il leader di Viadana Democratica, Silvio Perteghella con l’interrogazione diretta al Consiglio Comunale ed al suo Presidente, chiede lumi relativamente al Consultorio Familiare Viadanese che potrebbe seguire la sorte del CPS e vedere notevolmente ridotte le proprie funzioni. Un pericolo da scongiurare per il consigliere di minoranza, ma che richiede un ruolo ‘forte’ dell’amministrazione viadanese. Questo il testo:




Interrogazione relativa alla riduzione del personale con funzioni di ostetricia dal Consultorio Familiare (ASST di Mantova) di via largo De Gasperi Viadana

Premesso che

attualmente il Consultorio del Distretto Socio Sanitario in oggetto svolge le sue funzioni per dieci comuni (Bozzolo, Commessaggio, Dosolo, Gazzuolo, Marcaria, Pomponesco, Rivarolo Mantovano, Sabbioneta, San Martino dall’Argine, Viadana) per una popolazione complessiva di circa 47.000 abitanti con l’ausilio di tre ostetriche;

che presso l’ospedale OglioPo è stato chiuso il “reparto nascite” e che l’utenza deve necessariamente rivolgersi alle strutture ospedaliere di Cremona e/o di Mantova con un conseguente pesante disagio logistico nonchè economico l’importante e unico punto di riferimento per i numerosi utenti del territorio, in materia di Consulenza Famigliare

Visto

La mole di lavoro che il servizio deve affrontare per soddisfare funzioni rivolte alla prevenzione (visite, Pap Test, Tampone vaginale, colloqui informativi sulle contraccezioni, problemi ginecologici, apertura delle cartelle gravidanza..)

Considerato che alle sopracitate funzioni si sono aggiunti nuovi ruoli resisi necessari dall’emergenza COVID 19 come il prelievo alle gravide,

Rilevato che l’ASST di Cremona (che aveva concesso il distacco di due ostetriche alla struttura ambulatoriale viadanese in seguito alla chiusura del punto nascite dell’Ospedale Oglio Po) intende trasferire dal 01/01/2021 due delle tre ostetriche ora in servizio presso l’ex Ospedale di L.go De Gasperi, lasciandola con una sola operatrice

Tutto ciò premesso, visto, rilevato considerato CHIEDO

1) Seil Comune di Viadanaintende attivarsi per chiedere ad Asst di Mantova e a Regione Lombardiadi mantenere l’attuale numero(tre) di operatrici con la specializzazione di ostetriche nel Consultorio Famigliare

2) Se il Comune di Viadanain qualità diente maggiormente rappresentativo in nome della prevenzione sanitaria e quindi della riduzione del disagio intende coinvolgere tutti gli altri comuni del Distretto Sanitarionella difesa di un così fondamentale servizio




A. S.

© Riproduzione riservata
Commenti