Cronaca
Commenta

Piadena Drizzona, no a nuovi rifiuti: nasce la petizione on line

Il Consiglio Comunale di Piadena Drizzona, in data 13 novembre 2020, ha approvato all’unanimità una mozione, fatta propria anche da altri Comuni del territorio casalasco

PIADENA/DRIZZONA – “Piadena Drizzona non deve diventare la sede di due pattumiere potenzialmente pericolose. NO a depositi di merci e rifiuti pericolosi in centro al paese! Invochiamo il principio di precauzione!”.

Si chiude così la petizione on line che Italia Nostra Cremona e Mantova – Italia Nostra Lombardia – Legambiente Lombardia, WWF Cremona – Legambiente Cremona, Coordinamento Comitati e Associazioni Ambientaliste del piadenese-casalasco-viadanese, Stati Generali Clima, Ambiente e Salute della Provincia di Cremona lancia on line sulla piattaforma Change.org

Il Consiglio Comunale di Piadena Drizzona, in data 13 novembre 2020, ha approvato all’unanimità una mozione, fatta propria anche da altri Comuni del territorio casalasco, di netta contrarietà alle attività di cui sopra, che si intendono avviare presso il polo logistico della ditta Trasporti Pesanti srl di Piadena Drizzona e nel deposito per merci pericolose della stazione ferroviaria di Piadena.

La ditta, per conto suo, ha sempre difeso la propria posizione spiegando che “La politica aziendale della Trasporti Pesanti si è sempre distinta per la forte attenzione all’impatto delle proprie attività sul sistema sociale e ambientale dei territori in cui opera”. Una querelle insomma destinata ad andare avanti a lungo. L’azienda proprio ieri ha dato la propria disponibilità ad un incontro con l’amministrazione piadenese.

LA PETIZIONE

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti