Cronaca
Commenta

Ricorso su zona rossa Tar rinvia a lunedì per valutare nuovi dati

Il governatore Attilio Fontana e l'assessore Letizia Moratti hanno più volte chiesto al governo "di rivedere i parametri che regolano questa decisione, così impattante sulla vita dei nostri cittadini e delle nostre imprese”

E’ stata rinviata a lunedì prossimo l’udienza del Tar del Lazio per valutare il ricorso presentato dall giunta della Lombardia contro la decisione del Governo di collocare la regione in zona rossa. La decisione del Tribunale amministrativo regionale è dettata dalla necessità di “valutare i nuovi dati” e quindi l’andamento del contagio nell’area regionale.

Il governatore Attilio Fontana e l’assessore Letizia Moratti hanno più volte chiesto al governo “di rivedere i parametri che regolano questa decisione, così impattante sulla vita dei nostri cittadini e delle nostre imprese”.

“Per quanto non sia certamente intenzione dell’amministrazione regionale sottrarre il proprio territorio alle più idonee misure di prevenzione e contenimento del contagio (che costituiscono presidio ineludibile a tutela della salute di tutti i cittadini), quelle – illegittimamente – disposte con l’Ordinanza impugnata costituiscono un vulnus gravissimo (ed ingiustificato) al tessuto economico, sociale e produttivo della Regione: la classificazione nell’ambito della ‘zona rossa’ preclude infatti, come noto, lo svolgimento di una vastissima platea di attività”: così si legge nel ricorso di Regione Lombardia.

La Lombardia chiede dunque di” annullare, anche con un decreto presidenziale, l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza del 14 gennaio con cui la Regione è stata inserita in zona rossa e anche il Dpcm del 14 gennaio 2021 nella parte in cui definisce i criteri per la classificazione di zona arancione e zona rossa così come il Decreto Ministeriale 30 aprile 2020 sul monitoraggio e di ogni altro atto ad essi presupposto, conseguente o comunque coordinato o connesso”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti