Cronaca
Commenta

Fondazione Busi, festività speciali: anche in tempo di Covid c'è spazio per la tenerezza

"Un grazie di cuore veramente a tutti quelli che hanno reso possibile tutto questo e forse lo hanno trasformato in un Natale ancora più speciale degli altri"

CASALMAGGIORE – In questo anno particolare il profumo e l’atmosfera del Natale si è comunque respirata alla Fondazione Busi. L’albero e il presepe di Giuseppe Lini, gli addobbi curati dei dipendenti, gli auguri in video degli ospiti ai parenti, tutti i bambini che hanno raccolto l’invito di realizzare un disegno, le poesie e gli auguri della Scuola Elementare di Vicobellignano che stringe ancora di più il legame con gli ospiti dopo i fiori e i disegni di Pasqua, più di 50 quadretti del progetto “Immagini per un Natale sereno dell’Istituto Marconi”, i centrotavola di Iren, il banchetto puntuale della cucina, gli auguri di “RadioVicomoscano” con le sue rubriche ricche di proverbi e barzellette curate dagli alunni della Scuola Primaria del paese, l’Associazione “Casalbellotto insieme” che ha inviato alcuni pandori da condividere, la S.Messa di Natale di don Claudio e il cortometraggio animato “Ci sarà una volta” da un’idea di Giuseppe Carrieri, regia di Simone Falcone, scritto da Federico Moroni, musiche di Pietro Perlino, produzione Natia Docufilm che insieme hanno voluto fare questo dono per infondere agli ospiti sollievo e positività.
Il video che trovate in pagina è disponibile anche sul sito della Fondazione all’indirizzo www.geriatricobusi.it “Un grazie di cuore veramente a tutti quelli che hanno reso possibile tutto questo e forse lo hanno trasformato in un Natale ancora più speciale degli altri”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti