Ambiente
Commenta

Rivarolo Mantovano, progetto Amici delle Api (AdA): siglata la convenzione con le Giubbe Verdi

L'intento era quello di prendersi cura dell’ambiente nel quale viviamo come una delle strategie per combattere i cambiamenti climatici, salvaguardare la biodiversità e garantire migliori condizioni di vita alle comunità locali

RIVAROLO MANTOVANO – Nell’agosto 2020, richiamate le deliberazioni n.68 del 24 giugno 2019 (adesione all’iniziativa “Comune amico delle Api”) e n.26 del 23 aprile 2020 (approvazione del progetto di “Miglioramento della Biodiversità floreale sul territorio comunale”), la Giunta municipale, con la deliberazione n.70/2020, licenziava il PROGETTO AdA (acronimo per Amici delle Api).

L’intento era quello di prendersi cura dell’ambiente nel quale viviamo come una delle strategie per combattere i cambiamenti climatici, salvaguardare la biodiversità e garantire migliori condizioni di vita alle comunità locali; occuparsi della salvaguardia degli insetti impollinatori, in generale, e delle api, in particolare, come uno degli strumenti attraverso i quali operare per dar corso alla tutela della biodiversità; infine formare didatticamente le giovani generazioni, per acquisire la necessaria consapevolezza ambientale, come azione che l’amministrazione comunale può, deve e vuole assumere.

AdA istituisce tre aree pilota dove attuare gli interventi: La Strada delle Api di Via Ponterotto: corridoio verde piantumato a fiori ed essenze vegetali mellifere, che si sviluppa utilizzando i cigli e i fossi a bordo strada. Il Giardino delle Api sinergico: area circoscritta a valenza morfologica puntuale, localizzata in nell’Orto sinegico di Cividale, da coltivare con essenze erbacee, arboree ed arbustive mellifere. Il Campo delle Api di Via dell’Impresa: area di proprietà comunale, interessata da destinazione d’uso urbanistica che ne prevede la trasformabilità in tempi non certi, da destinare temporaneamente a colture melliflue.

Il mandato espresso al dirigente dell’area tecnica fu quello di predisporre i provvedimenti necessari ad attuare il programma. Questo cammino ha condotto, nella giornata di lunedi 1 febbraio 2021, alla firma della Convenzione con la ‘Compagnia Giubbe Verdi di San Martino dall’Argine’, per la gestione temporanea del Campo delle Api di Via dell’Impresa, un’area di circa due ettari a destinazione artigianale, recentemente lavorata e seminata con sementi di erbe gradite alle api, in attesa che maturino le condizioni di vendita.

Le Giubbe Verdi di San Martino sono un’associazione di volontari senza scopo di lucro e con finalità di tutela ambientale che sta portando avanti sul territorio l’iniziativa ‘Comune amico delle Api’. All’amministrazione comunale è parso quindi logico e conseguenziale stabilire un rapporto istituzionale per lo sviluppo del progetto. Stesse considerazioni valgono per il rapporto che verrà formalizzato con l’Associazione apicoltori mantovani, che sta collaborando col Comune lungo la Strada delle Api di Via Ponterotto e nell’allestimento di un’esposizione tematica permanente negli spazi di Porta Mantova.

Tornando alla Convenzione e ai suoi contenuti, la Compagnia Giubbe Verdi si impegna a promuovere e divulgare il progetto AdA (Amici delle Api), anche con l’utilizzo di media; installare propri piccoli arredi come Bee Hotels, Bugs Hotel e nidi artificiali per uccelli o ricci, nell’area sopranominata, con cartelli informativi correlati, per scopi di salvaguardia ma anche di raccolta dati; organizzare attività ludico ricreative destinate alle famiglie o alle scuole per la presentazione del progetto e per la divulgazione di “Buone Prassi” a tutela della Biodiversità e degli Apoidei; piantare essenze aromatiche gradite agli apoidei; agevolare lo sviluppo di progetti annessi, come ad esempio Biomonitoraggio, Turismo apistico, Bee watching sulle aree coinvolte dal progetto AdA; co-organizzare un evento nazionale che coinvolga la rete dei Comuni Amici delle Api, presso i locali indicati dallo stesso Comune di Rivarolo Mantovano, organizzando un tour negli spazi dedicati al progetto (strada, giardino e campo delle api, museo permanente ed esposizione fotografica permanente); monitorare la presenza di apoidei e loro tipologia, per la raccolta e diffusione dei dati su piattaforme specifiche (I-naturalist; bee watching; ecc..) e infine fornire materiale fotografico a supporto dell’allestimento di esposizioni permanenti dedicate al tema della Biodiversità/ insetti impollinatori/ Apoidei/ territorio.

Inoltre i soci appartenenti alla Compagnia Giubbe Verdi San Martino dall’Argine, avendo libero accesso all’area, potranno organizzare momenti di raccolta di eventuali rifiuti abbondati nell’area Campo delle Api (come cartacce, vetro, plastica) e relativa segnalazione al Comune e all’ufficio competente; fare piccole manutenzioni, non professionali, su piccoli arbusti e piante da frutto (ad esempio, piccole potature con attrezzatura non professionale); non è previsto lo sfalcio dell’area verde e manutenzioni che richiedano, sia per questioni di sicurezza che per necessità, di adeguata formazione tecnica, licenze e macchinari professionali; piantare erbe aromatiche gradite agli insetti; fare dei sopralluoghi pianificati con l’ausilio dei propri soci, rispettando tutte le normative e le regole Anti- Covid.

L’Associazione potrà organizzare, secondo principi di liberalità e senza scopo di lucro, attività didattico/educative, riguardanti i temi sopra citati. Tali attività dovranno essere preventivamente concordate con Il Comune.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti