Cronaca
Commenta

Riaprono gli impianti sciistici in Lombardia: presenze giornaliere consentite al 30%

Agli abbonati plurigiornalieri, settimanali e stagionali, dovrà essere garantito il posto, nel limite del contingente giornaliero, anche attraverso appositi sistemi di prenotazione

Riparte anche lo sci. In Lombardia, dal 15 febbraio, gli impianti sciistici potranno riaprire, con capienza massima al 30%. Lo stabilisce l’ordinanza firmata oggi dal governatore Attilio Fontana, che riduce di oltre la metà il numero massimo delle presenze giornaliere, rispetto alla portata oraria complessiva di tutti gli impianti di risalita. Per le stazioni sciistiche che non hanno più di due impianti, invece, il numero massimo di presenze giornaliere è determinato nella misura del 50% della portata oraria complessiva.

Agli abbonati plurigiornalieri, settimanali e stagionali, dovrà essere garantito il posto, nel limite del contingente giornaliero, anche attraverso appositi sistemi di prenotazione. Caso a parte per il comprensorio di Ponte di Legno – Tonale, che si estende tra i territori della Regione Lombardia e della Provincia Autonoma di Trento, nel quale è presente un sistema unico di prenotazione e gestione degli ingressi.

Contrario alla riapertura degli impianti il virologo Fabrizio Pregliasco che ha manifestato grande preoccupazione, non tanto per l’attività sportiva, quanto per “quel che c’è intorno. Un po’ come a scuola”, ha dichiarato in un’intervista radiofonica.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti