Cronaca
Commenta

Sabbioneta, il sindaco Pasquali ricorda l'inizio dell'incubo: "Quando tutto è crollato"

Il primo aggiornamento delle 9.40 con tutti gli eventi mantenuti, poi dopo le 13, come visto, la sospensione a data da destinarsi. Una data che in fondo ancora non conosciamo. E poi una postilla: “Vi risparmio i commenti a quei post - scrive Pasquali -. Oggi sono ancora più taglienti di un anno fa”. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

SABBIONETA – Ci sono momenti che si aggrappano alla memoria: momenti forti, nella gioia o nel dolore, in cui sappiamo esattamente cosa stavamo facendo e dove eravamo, quando un determinato evento ci ha scosso. Marco Pasquali, sindaco di Sabbioneta, su Facebook ha raccontato quando tutto è cominciato: ha ritrovato cioè i vecchi post di un anno fa (23 febbraio 2020), quando appunto il Coronavirus diventava ufficialmente qualcosa di serio e ben più di uno spauracchio. C’è un istante, in particolare, che Pasquali ricorda, perché in quei giorni Sabbioneta, e il resto d’Italia, si stavano preparando a una festa sentita – in certi comuni più che altrove – come il Carnevale. Il primo aggiornamento delle 9.40 con tutti gli eventi confermati, poi dopo le 13, come visto, la sospensione a data da destinarsi. Una data che in fondo ancora non conosciamo. E poi una postilla: “Vi risparmio i commenti a quei post – scrive Pasquali -. Oggi sono ancora più taglienti di un anno fa”.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti