Salute
Commenta

Code sempre più lunghe per i tamponi: l'attesa è di almeno una settimana

Più veloci sono le code nelle farmacie, sebbene pure qui vi siano delle liste di attesa, ma viene somministrato solo quello rapido, che non può essere fatto a chi è sintomatico.

Continua ad allungarsi la coda per poter fare un tampone: per trovare posto è necessario attendere almeno una settimana, sia negli ambulatori privati, sia attraverso il servizio sanitario nazionale.

Una situazione complicata, legata alla diffusione importante del covid e soprattutto della variante inglese, che ha portato a un nuovo incremento dei contagi.

E la lentezza nel riuscire a fare i tamponi non migliora la situazione. Ad oggi, ad esempio, prenotando un tampone tramite Ats l’appuntamento va al 17 marzo. Stessa cosa presso i privati: all’ambulatorio Galeno, che ora riceve solo su prenotazione, il primo posto libero è il 17 marzo (e molti orari in quel giorno sono già occupati).

Più veloci sono le code nelle farmacie, sebbene pure qui vi siano delle liste di attesa, ma viene somministrato solo quello rapido, che non può essere fatto a chi è sintomatico.

D’altro canto il numero delle richieste di test molecolari è tornato a crescere ormai da quasi un mese, arrivando a picchi di oltre 800 al giorno. E sembra che la crescita continua possa arrivare a eguagliare i numeri record del marzo-aprile 2020, quando in Asst Cremona si era arrivati a elaborare 1200 tamponi al giorno.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti