Cronaca
Commenta

Al Busi niente stanza degli abbracci? "E noi proponiamo il gazebo del sorriso"

L’ha proposto un commerciante di Casalmaggiore, Zelindo Madesani, che ha la mamma ricoverata alla Casa di Riposo Busi e che, come tanti, non può vederla da mesi a causa del Covid. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

L'inizio del lockdown al Busi, un anno fa

CASALMAGGIORE – Più che una stanza degli abbracci, l’idea è quella di un gazebo del sorriso. L’ha proposta un commerciante di Casalmaggiore, Zelindo Madesani, che ha la mamma ricoverata alla Casa di Riposo Busi e che, come tanti, non può vederla da mesi a causa del Covid.

La mamma è seguita benissimo, precisa Zelindo, ma la mancanza di un contatto – anche solo visivo – e della possibilità di fare due parole in presenza si fa pesante. Da qui l’idea con lo stesso Madesani, che lavora nel settore dei tendaggi, pronto a offrire gratuitamente la struttura alla RSA.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti