Salute
Commenta

Covid, iniziata la discesa? Nel comprensorio registrati 92 casi settimanali in meno

Dal 15 al 21 marzo nei 32 comuni del comprensorio casalasco-viadanese i nuovi positivi sono stati 506: una cifra che rimane alta, la seconda più alta di sempre, ma che è in calo rispetto ai 598 casi positivi registrati dall’8 al 14 marzo.

Il segnale tanto atteso, finalmente. I casi Covid nel comprensorio Oglio Po nell’ultima settimana sono stati in calo e questa è la speranza più concreta che possa esservi, perché passa da numeri certificati dalle Prefetture di Cremona e di Mantova, in accordo con ATS Valpadana, per quanto concerne l’inizio di una discesa.

Dal 15 al 21 marzo nei 32 comuni del comprensorio casalasco-viadanese i nuovi positivi sono stati 506: una cifra che rimane alta, la seconda più alta di sempre, ma che è in calo rispetto ai 598 casi positivi registrati dall’8 al 14 marzo, ossia la scorsa settimana. Nel dettaglio 186 positivi sono arrivati dal Casalasco, 320 invece dall’Oglio Po mantovano.

L’altra notizia è che non ci sono stati comuni a rialzo zero, dunque ciascun paese ha avuto almeno un caso positivo negli ultimi sette giorni: i rialzi percentuale maggiori sono stati a Casteldidone (+18.2%), Torre dè Picenardi (+17.5%), Calvatone (+17.4%) e Marcaria (+14.3%) con 12 comuni in totale (sempre su 32) che hanno superato la doppia cifra di incremento.

IL CONFRONTO DEI CASI SETTIMANALI NEL COMPRENSORIO OGLIO PO

GLI INCREMENTI SETTIMANALI NEI COMUNI CASALASCHI

GLI INCREMENTI SETTIMANALI NEI COMUNI MANTOVANI OGLIO PO

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti