scuola
Commenta

Santa Chiara con serra e
laboratorio: il comune ci prova

Il comune ha interloquito col Cda della scuola professionale, che ha proposto vari progetti. Uno di questi è stato scelto, ovvero il miglioramento, a partire dalle strutture, del corso di operatore agricolo: 270mila euro è il costo del progetto, 236mila euro la quota richiesta alla Regione. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

CASALMAGGIORE – Ortaggi e poi salse e sughi saranno prodotti direttamente a scuola. O almeno questa è la speranza. Il comune di Casalmaggiore con il bando di rigenerazione e urbana pubblicato da Regione Lombardia il 15 gennaio scorso punta sulla scuola di formazione professionale di Santa Chiara, in via Formis.

Il comune ha interloquito col Cda della scuola professionale, che ha proposto vari progetti. Uno di questi è stato scelto, ovvero il miglioramento, a partire dalle strutture, del corso di operatore agricolo: 270mila euro è il costo del progetto, 236mila euro la quota richiesta alla Regione. La volontà è di realizzare, come spiega il sindaco Filippo Bongiovanni, un laboratorio per la trasformazione della materia prima negli spazi dell’ex mensa, e inoltre all’esterno, in uno dei cortili meno utilizzati (perché più lontani dalla sede), una serra per poter coltivare anche in inverno.

Gli interventi edilizi illustrati dal sindaco prevedono in aggiunta la messa a norma dell’impianto elettrico, della compartimentazione antincendio e il rifacimento dell’impianto di rilevazione fumi, anche se ovviamente prima di tutto vengono la riorganizzazione degli spazi dell’ex mensa, ora in disuso, e dell’ultimo cortile della scuola da pavimentare e trasformare in serra.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti