Salute
Commenta

Viadana (come Bozzolo) senza
HUB vaccini. Il PD protesta

Una gestione 'inspiegabile': invece di moltiplicare i punti dove somministrare per accelerare il processo delle vaccinazioni si è deciso di lasciare Viadana (e Bozzolo) che avrebbero potuto offrire garanzie in quanto a medici e strutture, al loro destino. Quello di comuni depressi

VIADANA – Dopo Bozzolo ora è Viadana a protestare perché, al di là della sperimentazione delle vaccinazioni a domicilio, il territorio è stato messo da parte per quanto riguarda l’Hub vaccinale. Eppure Viadana ha pagato un prezzo altissimo al Covid ma i cittadini sono costretti, per farsi il vaccino, ad andare altrove.

Una gestione ‘inspiegabile’: invece di moltiplicare i punti dove somministrare per accelerare il processo delle vaccinazioni si è deciso di lasciare Viadana (e Bozzolo) che avrebbero potuto offrire garanzie in quanto a medici e strutture, al loro destino. Quello di comuni depressi.

A protestare, chiedendo spiegazioni al sindaco Nicola Cavatorta, la sezione locale del PD.

“Leggendo le dichiarazioni sulla stampa da parte dei dirigenti ATS ed ASST, ma soprattutto avendo avuto la conferma dai nostri concittadini settantenni che hanno prenotato attraverso il portale delle poste che a Viadana come in tutto l’OglioPo Mantovano non è previsto un Hub per le vaccinazioni ci siamo chiesti come è possibile visto che proprio questo territorio ha avuto i primi 4 comuni della provincia con l’incidenza maggiore di persone contagiate ed ammalate da coronavirus.

Nel viadanese, forse, rimarrà aperto un punto vaccini solo per gli ultra ottantenni e per le persone fragili. Dopo questo come Partito Democratico di Viadana chiediamo al Sindaco Cavatorta e alla sua Amministrazione come è potuto succedere questo. Hanno dovuto rispondere ad ordini dall’alto? O per caso non hanno capito dell’importanza strategica, visto il numero elevato dei contagi, e della comodità per le nostre famiglie di avere un hub sul nostro territorio, in quanto Casalmaggiore non può coprire tutte le richieste”.

Il PD viadanese ha deciso di muoversi sfruttando i propri canali.

“Chiediamo se sia vero che durante una riunione del Coc, da parte di membri dello stesso il Sindaco Cavatorta sia stato sollecitato ad attivarsi maggiormente per avere un hub nel nostro territorio? Come PD ci attiveremo con i nostri rappresentanti provinciali e regionali per fare in modo di cambiare questa situazione estremamente penalizzante per il territorio dell’Oglio Po Mantovano”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti