Società
Commenta

Casalmaggiore, il rugby
sta diventando grande

"In due anni saliremo in serie B - tuona il presidente del Casalmaggiore Rugby, Paolo Bonelli - ora si lavora alle strutture ed ai servizi". GUARDA LA FOTOGALLERY E IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Paolo Bonelli, presidente Casalmaggiore Rugby FC

CASALMAGGIORE – La vicinanza con Viadana non solo non limita la crescita del club maggiorino, ma al contrario funge da apripista indicando la via verso la grandezza:  “Stiamo pensando in grande – sottolinea Paolo Bonelli, Presidente del Rugby Casalmaggiore -si tratta di un progetto ad ampio respiro che possa coinvolgere il territorio ed avere un impatto importante a livello sociale – continua Bonelli – partendo da un punto fermo come la ClubHouse di Casalbellotto”.

La collaborazione con Viadana e Bondanello crea prospettive importanti per i ragazzi del Casalmaggiore in quanto aumentano le possibilità di completare il percorso di crescita fino al “salto” nei seniores. Si respira voglia di crescere con la prima squadra cge in Autunno dusputerà il campionato di serie C2, ma c’è ambizione: In un paio d’anni vogliamo conquistarci la possibilità di giocare in serie B – chiosa il Presidente sull’argomento seniores, ma c’è molto altro in ballo: “L’aspetto sociale è fuori discussione vista la passione dei ragazzi per questo sport – continua, ma abbiamo anche intenzione di allargare ulteriormente gli orizzonti impegnandoci con la squadra femminile ed infine siamo interessati ad una partnership con l’Associazione M.I.A. (in netto contrasto sulla violenza sulle donne, n.d.r.).L’aspetto sociale culmina nella scuola con l’idea di porre in essere una forma di Erasmus che possa portare studenti provenienti dal vecchio Continente e parlare la lingua comune, quella del Rugby.

Il patron del Rugby Casalmaggiore ringrazia gli Sponsor per il sostegno, ma chiama a se anche le istituzioni come “Gli Amici del Po” che dispongono di un campo da rugby inutilizzato e bisognoso di manutenzione oltre che di attività rugbystica sul proprio manto. “Gli sforzi di questo CDA – conclude il Presidente Bonelli – sono notevoli. per questo sarebbe bello un sostegno anche da parte dell’Amministrazione comunale, basti pensare che in un momento difficile come questo siamo passati da 17 a 33 bambini nel nostro settore giovanile!”

Alessandro Soragna

 

© Riproduzione riservata
Commenti