Economia
Commenta

Gal Oglio Po, nuovi bandi e
finanziamenti: come accedere

A partire dalle ore 9.00 del 30 aprile fino alle 16.00 del 13 maggio 2021 imprenditori e aziende agricole possono presentare il proprio progetto per un finanziamento a fondo perduto che coprirà dal 35% al 45% dell’importo complessivo. I preventivi di costo non dovranno essere inferiori ai €20.000.

Lo scopo del nuovo bando 4.1.01 del GAL Oglio Po è già chiaro nel titolo: Investire in qualità e sostenibilità. Questi nuovi contributi vogliono essere un sostegno concreto al mondo agricolo. C’è spazio per il recupero di fabbricati, per l’installazione di nuove serre, per l’acquisto di tecnologie intelligenti che favoriscano l’abbattimento delle emissioni e degli sprechi idrici ed energetici, ma anche per la creazione di nuovi impianti di lavorazione dei prodotti della terra.

A partire dalle ore 9.00 del 30 aprile fino alle 16.00 del 13 maggio 2021 imprenditori e aziende agricole possono presentare il proprio progetto per un finanziamento a fondo perduto che coprirà dal 35% al 45% dell’importo complessivo. I preventivi di costo non dovranno essere inferiori ai €20.000.

Questo piccolo tassello viene in aiuto agli importanti progetti che il GAL condivide con Regione Lombardia, gli altri GAL lombardi e importanti istituzioni quali il CNR e l’Università Cattolica del Sacro Cuore che pongono al centro proprio la valorizzazione del territorio come avamposto per combattere i cambiamenti climatici. Pensiamo alle piante mangia-smog del progetto VIVAM o al recente Climactive2050 di cui il GAL Oglio Po è anche capofila.

Purtroppo la crisi climatica non è il solo problema che il territorio tra Oglio e Po sta attraversando. Con il perdurare della pandemia sono emerse improvvisamente nuove esigenze, a partire dalla presenza di spazi adeguati per la tutela della salute, come gli ambulatori medici. Il secondo bando (7.4.01) è dedicato proprio a progetti che possano migliorare la qualità di vita della popolazione: il recupero o la creazione di nuovi spazi per gli incontri in sicurezza, l’acquisto di dotazioni tecnologiche per moltiplicare gli accessi ai servizi, l’investimento in opere che contrastino le barriere architettoniche. Ogni progetto presentato dovrà avere una spesa compresa tra €15.000 e €60.000 e potrà ottenere un contributo pari al 90% dell’investimento.

Anche in questo caso il termine ultimo per la presentazione delle candidature è fissato per le 16.00 del 13 maggio 2021. I testi integrali di entrambi i bandi sono disponibili sul sito www.galoglio.it alla sezione PSL 2014-2020 > Bandi PSL.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti