Cucina e Gastronomia
Commenta

Per la tedesca Öko-Test, Pomito della
Pomì tra le migliori passate europee

I risultati - si legge nel pezzo di GreenMe - hanno evidenziato che una passata su cinque conteneva composti metabolici tossici della muffa. Ciò significa, scrive la rivista, che all’interno di barattoli e lattine sono finiti anche pomodori ammuffiti

La passata ‘Pomito’ di Pomì, tra le qualitativamente migliori. Ad attestarlo uno studio tedesco della Öko-Test, ripreso da GreenMe, che ha messo a confronto 50 marche di passate, molte delle quali italiane. Dal raffronto sono emerse parecchie sorprese.

“I risultati – si legge nel pezzo di GreenMe – hanno evidenziato che una passata su cinque conteneva composti metabolici tossici della muffa. Ciò significa, scrive la rivista, che all’interno di barattoli e lattine sono finiti anche pomodori ammuffiti.

Le tossine della muffa pericolose trovate in alcune passate sono quelle prodotte da funghi del genere Alternaria, molto diffusi sulle piante di pomodoro. Queste tossine, Alternariol (AOH), rappresentano un potenziale rischio per la salute. Alcune ricerche condotte su cellule hanno dimostrato infatti che possono danneggiare il materiale genetico e hanno un effetto simile a quello degli estrogeni.

Vi è poi lacido tenuazonico (TEA), che è la tossina riscontrata più frequentemente nel test e che negli studi ha mostrato di inibire la produzione di proteine ​​endogene, il che potrebbe portare a danni agli organi.

Oltre all’elevato contenuto di TEA o AOH, negli stessi prodotti è stato trovato anche ergosterolo, biomarcatore di spore fungine che, di per sé innocuo per la salute, conferma però essere stati trasformati in passata anche pomodori marci”.

Il pezzo completo di GreeMe lo si può leggere a questo link . L’originale in tedesco invece è qui (LINK).

redazione@oglioponews.it

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti