Cultura
Commenta

Amici dell'Arte, pesante critica a
Pasquali: "Sabbioneta così si degrada"

"Stiamo parlando delle mura prese d'assalto da erbacce anzichè turisti. Stiamo parlando delle strade di accesso alla città piene di buche, parliamo delle promesse mancate come quelle di illuminare le mura e persino di renderle pedonabili e stiamo parlando dell'abbandono amministrativo della città".

Si firmano come “gli Amanti di Sabbioneta e dell’Arte”. E hanno scritto al nostro giornale una lettera che è soprattutto una critica al modo di amministrare la cittadina mantovana. “Purtroppo non possiamo più tacere all’evidenza che ormai è sotto gli occhi di tutti: la decadenza e lo stato di completo abbandono della Piccola Atene tanto amata non solo da noi ma anche da milioni di persone appassionate di Arte allo stato puro, quale è per l’appunto la città ideale di Vespasiano”.

“Capiamo che gli ultimi mesi siano stati difficili e lo siano tutt’ora – si legge nella lettera – capiamo anche che un Comune piccolo come è Sabbioneta non possa disporre di fondi come una città, ma qui stiamo parlando del Patrimonio dell’Umanità del degrado in cui versano le mura prese d’assalto da erbacce anzichè turisti. Stiamo parlando delle strade di accesso alla città piene di buche, parliamo delle promesse mancate come quelle di illuminare le mura e persino di renderle pedonabili e stiamo parlando dell’abbandono amministrativo della città”.

“Non è più possibile vedere la gestione turistica pressochè inesistente, così come non è possibile vedere o meglio non vedere l’assenza assoluta di chi è stato chiamato a guidare questo gioiello unico al mondo. Come Sabbioneta c’è solo Sabbioneta! E qualsiasi amministratore deve esserne cosciente e deve prenderla come missione non come passatempo. Speriamo che sia solo la prima ed ultima missiva, vigileremo costanti perchè ” solo l’Arte può salvare l’imbruttire dell’Uomo”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti