Salute
Commenta

Prenotazioni vaccini under 50
solo dal 20 maggio in Lombardia

"La decisione di aprire ai 40enni da subito non ritengo che sia positiva" ha detto il commissario per la campagna vaccinale lombarda Guido Bertolaso in conferenza stampa, in aperta polemica con l'annuncio dato ieri dal generale Figliuolo.

La Regione Lombardia aprirà le prenotazioni per i vaccini per la fascia d’età 40 – 49 dal 20 maggio. “La decisione di aprire ai 40enni non ritengo che sia positiva” ha detto il commissario Guido Bertolaso in conferenza stampa, in aperta polemica con l’annuncio dato ieri dal generale Figliuolo.
“Si sono appena aperte le prenotazioni per i 50 – 59enni – ha detto – e sono già 600mila le persone che hanno aderito. Il 29% non si è ancora prenotato in Lombardia, ma riteniamo di arrivare al’80%. Significa che noi abbiamo tutte le agende del mese di maggio e prima settimana di giugno già piene. Non c’è più posto, per questo intendiamo aspettare per gli under 50 dando priorità alle categorie che ne hanno più diritto.
“Avremmo potuto aprire ai 40enni solo nel caso a fine maggio – inizi giugno avessimo avuto qualche buco nelle agende”. Ha poi definito “suggestiva e positiva”, l’apertura agli under 50, ma piò anche essere  un modo per “nascondere che alcune regioni non siano in grado di raggiungere tutte le altre categorie di età prioritarie”.

Quasi due milioni le prenotazioni in Lmbardia fino all’8 giugno; 85mila le dosi che arrivano giornalmente ma la capacità vaccinale lombarda è di 120mila al giorno: se arrivassero le dosi, le date potrebbero essere anticipate.

Bertolaso non ha risparmiato frecciate anche alle Regioni che hanno dato la possibilità ai cittadini di scegliere quale vaccino avere: “Qui da noi ci si vaccina con quel che capita, molti tra deputati e ministri si sono vaccinati con AstraZeneca pur avendo la possibilità di una scorciatoia. Dare la possibilità di scegliere significa che tanti 70enni si vaccineranno ad agosto”.

E a proposito dei “vax day” che alcune regioni stanno organizzando aprendo anche a fasce d’età non ancora autorizzate dalla protezione civile nazionale: “Credo che servano a camuffare qualcos’altro. Noi stiamo seguendo per filo e per segno le indicazioni che arrivano dalla struttura centrale. Non siamo all’autosalone dove possiamo scegliere l’aiuto che vogliamo; si sceglie  il vaccino sulla base dei criteri decisi per le varie categorie e dell’anamnesi”.

“Tutta la Lombardia avrà ricevuto la prima dose almeno prima di andare in vacanza. Questo significherà anche la possibilità di potersi muovere e soprattutto di aprire al turismo in Lombardia”, ha detto ancora il commissario.

IN SINTESI

Apertura prenotazioni sul portale di Poste Italiane  il 20 maggio per i 40 – 49 anni con inizio inoculazioni mese giugno
– prenotazioni  dal 27 maggio per i 30 – 39 anni
– prenotazioni dal 2 giugno per le fasce 20 – 29 anni e 16 – 19 anni.

Giuliana Biagi

 

© Riproduzione riservata
Commenti