Politica
Commenta

No alla CR-MN, autostrada fantasma
Il M5S aderisce alla biciclettata

“Cremona e Mantova anche quest'anno hanno già sforato i limiti del PM10 (i limiti europei, figuriamoci quelli dell'OMS due volte più restrittivi). Viaggiare su gomma - prosegue Zolezzi - emette 20 volte più NOx rispetto al ferro".

“I cittadini e i rappresentanti del territorio, che ci mettono la faccia, chiedono la riqualificazione della strada statale 10 e il raddoppio ferroviario Mantova-Codogno.
Domenica mi unirò alla biciclettata pacifica, che ho personalmente proposto, come evento trasversale fra forze politiche, e invito tutti a partecipare, attivisti e portavoce MoVimento 5 Stelle, cittadini senza tessere o credo partitico ma con chiaro credo politico: il respiro!”. Dichiara il deputato M5S Alberto Zolezzi.

“Cremona e Mantova anche quest’anno hanno già sforato i limiti del PM10 (i limiti europei, figuriamoci quelli dell’OMS due volte più restrittivi). Viaggiare su gomma – prosegue Zolezzi – emette 20 volte più NOx rispetto al ferro. Per cui è chiaro che in questa tratta va potenziata la ferrovia con il raddoppio e va riqualificata la strada esistente, SS10 che viene definita “alternativa all’autostrada” dallo stesso Assessore alle infrastrutture regionali Terzi.

Se un’alternativa esiste perché incaponirsi con un’autostrada, che oltre a falciare un intero territorio agricolo, ha dei costi esorbitanti e non esiste nemmeno sulla carta. Un fantasma, come ormai lo definisco, che da 20 anni blocca il raddoppio ferroviario e la riqualificazione della SS10. In regione alcuni esponenti politici avrebbero addirittura chiesto di adeguare il progetto del raddoppio ferroviario a quello dell’autostrada.

Si parla tanto di sostenibilità e di voler rendere la nostra provincia più “connessa” dal punto di vista delle infrastrutture, e l’autostrada Cremona-Mantova (come il Ti-bre) è tutto tranne un esempio di sostenibilità e di progresso. “

“Domenica 23 maggio – conclude Zolezzi – invito tutti a partecipare per la nostra aria, la nostra qualità di vita,
per il buon senso. Sono oltre 83 le aziende agricole che hanno fatto ricorso agli espropri, 1500 ettari di suolo da impermeabilizzare per far pagare 30 euro al giorno il pedaggio ai poveri cittadini che andranno sott’acqua sempre di più grazie a questa autostrada fantasma.

Ringrazio tutti i comitati che stanno promuovendo e organizzando l’evento (Comitati no autostrade MN CR e TIBRE, Stati generali Salute e ambiente della provincia di Cremona), i comuni patrocinanti (Martignana Po, Torre de’ Picenardi) e tutti i gruppi politici e i cittadini che parteciperanno all’evento. Ci vediamo alle 8.15 in piazza Mantegna o alle 12 in piazza Garibaldi a Piadena”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti