Ambiente
Commenta

Rifiuti, fanghi nei campi: Coldiretti,
valorizzare concime naturale

Sui cosiddetti “gessi di defecazione” – conclude la Coldiretti Lombardia –, così come fatto a livello regionale sui fanghi di depurazione,  serve un’attenta gestione di filiera con un approccio che punti sulla qualità del processo produttivo.

Per tutelare e valorizzare al meglio le eccellenze agricole dei nostri territori dobbiamo conoscere la reale natura di ciò che viene utilizzato per rendere fertili i nostri campi. Per questo bisogna incentivare l’utilizzo dei concimi naturali, che consentono di preservare le caratteristiche dei suoli scongiurando l’inaridimento e il rischio idrogeologico. E’ quanto afferma la Coldiretti Lombardia in relazione all’operazione dei carabinieri del Nucleo forestale di Brescia nei confronti di una società bresciana che operava nel settore del recupero di rifiuti.

In agricoltura – afferma la Coldiretti Lombardia – è sempre meglio usare il concime naturale che arriva dalle nostre stalle in un’ottica di economia circolare e di sostenibilità ambientale. Sui cosiddetti “gessi di defecazione” – conclude la Coldiretti Lombardia –, così come fatto a livello regionale sui fanghi di depurazione,  serve un’attenta gestione di filiera con un approccio che punti sulla qualità del processo produttivo, in grado di garantire un risultato a tutela dei consumatori, degli agricoltori e delle coltivazioni.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti