Cronaca
Commenta

Casteldidone, la Bussola
riparte a caccia di bellezza

“Vogliamo offrire a tutti un pretesto per soffermarsi, in compagnia, sulle peculiarità artistiche delle nostre zone, approfondire la nostra storia o riscoprire le tradizioni locali – spiega Silvia Caletti, Presidente de La Bussola -. Per riempire i nostri occhi di bellezza non occorre andare lontano"

Sul finire del 2020, a Casteldidone (CR) è nata La Bussola – odv, organizzazione di volontariato che ha come obiettivo la valorizzazione e la riscoperta di storia, arte e tradizioni del territorio. I soci fondatori sono otto giovani amici accomunati da un forte legame con Casteldidone e già attivi e conosciuti anche nei dintorni per aver organizzato iniziative di carattere culturale. Nello stop forzato delle attività imposto dalla pandemia hanno saputo cogliere l’opportunità di rimettersi in gioco compiendo l’importante passo di diventare un’organizzazione di volontariato.

I primi mesi sono trascorsi all’insegna del lavoro dietro le quinte e della conoscenza delle realtà associative del territorio, tra le quali altri gruppi di giovani volontari che fanno della cultura il motore delle proprie attività. Fondamentale in questa fase è stato il supporto di CSV Lombardia Sud e, in particolare, di Sara Ferrari che sin dall’inizio ha accompagnato La Bussola in questo nuovo ed entusiasmante percorso. Ora, con il miglioramento della situazione sanitaria e le graduali riaperture delle attività culturali, La Bussola programma con cauto ottimismo future iniziative contando di poter ampliare presto la squadra di soci e volontari.

La Bussola, il cui nome è stato simbolicamente scelto come ispirazione e guida della nuova avventura da intraprendere, proporrà la partecipazione ad iniziative del territorio, quali mostre, esposizioni temporanee o concerti, visite guidate a luoghi di interesse storico-artistico, ma anche appuntamenti ideati e realizzati dall’associazione stessa per celebrare ricorrenze o promuovere occasioni di intrattenimento.

“Vogliamo offrire a tutti un pretesto per soffermarsi, in compagnia, sulle peculiarità artistiche delle nostre zone, approfondire la nostra storia o riscoprire le tradizioni locali – spiega Silvia Caletti, Presidente de La Bussola -. Per riempire i nostri occhi di bellezza non occorre andare lontano e siamo convinti che la cultura possa aiutarci a risvegliare i nostri piccoli paesi dal torpore che già in parte li avvolgeva e che la pandemia ha reso ancora più profondo”.

“In attesa di svelare il primo evento targato La Bussola – odv –  continua Mattia Paolazzi, Vicepresidente dell’associazione -, vi invitiamo a seguire l’omonima pagina Facebook dove troverete aggiornamenti, novità sulle iniziative promosse da noi o da altre realtà del territorio e curiosità locali. Per richiedere informazioni o per suggerire attività  di vostro interesse potete scriverci all’indirizzo labussolaodv@gmail.com”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti