Ambiente
Commenta

Biblioteca delle essenze, altro
furto ai danni dei bambini

Non abbiamo più parole, e forse neppure le parole - a questo punto - servono più. Resta solo tanta tristezza addosso. E la consapevolezza che all'ignoranza e all'imbecillità umana non c'è limite. E probabilmente neppure rimedio

Ancora depredata la biblioteca delle essenze del Parco di via Italia. A farci la segnalazione questa mattina uno dei genitori che questa mattina era andato ad innaffiare le piante mellifere piantate dai bambini del Marconi. Quello che si vede in foto è quel che resta dello spazio delle piantine del rosmarino, la lavanda è stata completamente depredata. “Stamattina – ci messaggia il genitore – sono andato a portare l’acqua alle piantine che hanno piantumato i bambini dell’istituto Marconi, al parco in via Italia. Ecco cosa rimane del rosmarino, la lavanda non c’è più da tempo. Ma perché il comune non installa un monitoraggio delle zone sensibili soprattutto nei parchi, per avere anche l’occasione di beccare il verme che ruba i sogni la creatività e fantasia dei bambini? Scusami ma mi fa incazzare questa situazione”. Cinque piante di lavanda, quattro di rosmarino. 15/20 euro portati via ai bambini, portati via a un progetto bello e importante. Non abbiamo più parole, e forse neppure le parole – a questo punto – servono più. Resta solo tanta tristezza addosso. E la consapevolezza che all’ignoranza e all’imbecillità umana non c’è limite. E probabilmente neppure rimedio.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti